il global warming decuplicherà il numero dei “super-uragani”




Secondo uno studio realizzato dall’istituto Niels Bohr di Copenaghen, un aumento delle temperature di due gradi centigradi porterebbe al decuplicarsi dei fenomeni atmosferici di intensità paragonabile alla potenza devastatrice dell’uragano Katrina che otto anni fa sconvolse gli Stati Uniti. Aslak Grinsted, dell’istituto Bohr, spiega a Le Temps: “Se la temperatura salirà di un grado, la frequenza degli uragani estremi aumenterà dalle tre alle quattro volte; se il clima del pianeta salirà invece di due gradi, il numero di questi fenomeni sarà dieci volte più alto. In sostanza un fenomeno paragonabile all’uragano Katrina si ripeterà ogni due anni circa mentre adesso è ogni venti anni”.