La sonda Dawn è entrata nell’orbita del pianeta nano Cerere


La sonda Dawn della Nasa e’ entrata nell’orbita del pianeta nano Cerere. E’ la prima missione che visita un pianeta nano e parla anche italiano con lo spettrometro Vir (Visual and Infrared Spectrometer) realizzato da Agenzia spaziale italiana (Asi) e Istituto nazionale di astrofisica (Inaf). Nei prossimi mesi la sonda indaghera’ sull’origine e sull’evoluzione di Cerere che in passato potrebbe aver avuto le condizioni per la vita. L’arrivo nell’orbita di un pianeta nano e’ un’altra tappa fondamentale nella storia dell’esplorazione spaziale e arriva a pochi mesi dal primo atterraggio di un veicolo su una cometa.

La sonda e’ entrata nell’orbita di Cerere alle 13,39 ora italiana, ma il segnale ha impiegato piu’ di ora per arrivare alla Terra. Dawn, spiega la Nasa, era a circa 61.000 chilometri da Cerere quando e’ stata catturata dalla gravita’ del pianeta nano. Il segnale, arrivato al centro di controllo della missione, il Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa a Pasadena, indicava che la sonda era ‘sana’ e stava funzionando con il suo motore a ioni, l’indicatore che e’ entrata in orbita come previsto. ”Dopo un viaggio di 4,9 miliardi di chilometri e 7,5 anni, Dawn e’ arrivata a casa”, ha detto Marc Rayman, direttore della missione al Jpl. Scoperto nel 1801 dall’astronomo Giuseppe Piazzi dell’Osservatorio di Palermo, Cerere ha il diametro di 950 chilometri ed e’ il corpo celeste piu’ grande della fascia di asteroidi compresa fra Marte e Giove. ”Fin dalla sua scoperta – ha osservato Rayman – Cerere e’ stato prima definito un pianeta, poi un asteroide e poi un pianeta nano”. Solo ora con la visita di Dawn si potranno comprendere la sua origine e la sua evoluzione. Uno dei primi misteri di cui dovra’ occuparsi Dawn e’ scoprire la natura delle enigmatiche luci individuate sulla superficie mentre si stava avvicinando al pianeta nano. Le macchie luminose sono due, una piu’ grande e una piu’ piccola e a prima vista sembrano riflessi di ghiaccio o sale. Oltre ad essere il primo veicolo spaziale a visitare un pianeta nano, Dawn e’ anche la prima missione a entrare nell’orbita di due corpi celesti. Prima di far visita a Cerere, la sonda dal 2011 al 2012 ha infatti fatto ‘tappa’ sul secondo oggetto piu’ grande della fascia, l’asteroide gigante Vesta (del diametro di 525 chilometri).

Fonte