New Horizons “intravede” Plutone, e una possibile calotta polare


“Mentre ci avviciniamo al sistema di Plutone, iniziamo a vedere caratteristiche intriganti”

Per la prima volta, le immagini catturate dalla sonda NASA New Horizons rivelano aree chiare e scure della superficie di Plutone, obiettivo del flyby previsto per la metà di luglio.
Le foto sono state scattate qualche giorno fa, alla distanza di 113 milioni di km, utilizzando il Long-Range Reconnaissance Imager (LORRI) a bordo di New Horizons. Gli scienziati hanno interpretato i dati che hanno rivelato che il pianeta nano ha dei segni sulla superficie (alcuni chiari, alcuni scuri) tra cui un’area più luminosa che potrebbe essere una calotta polare. “Mentre ci avviciniamo al sistema di Plutone, iniziamo a vedere caratteristiche intriganti come una regione chiara vicino al polo visibile di Plutone, dando inizio alla grande avventura scientifica per comprendere questo oggetto enigmatico,” dichiara John Grunsfeld, associate administrator NASA.
Nelle immagini è visibile anche Caronte, che, fra tutti i satelliti naturali dei principali oggetti del sistema solare, è il più grande rispetto al proprio corpo madre (il rapporto fra le masse è approssimativamente pari ad 1:9, mentre, nel caso di Terra e Luna è prossimo ad 1:81).


Fonte