Gli imballaggi che si decompongono in 6 mesi, con la velocità di una buccia d’arancia


Cristina Da Rold

Reblogged from StartupItalia

Forse non tutti sanno che in mezzo all’oceano pacifico c’è un isola enorme, grande più della Spagna, fatta di immondizia, principalmente di plastica. L’impatto ecologico degli imballaggi è oggi un problema enorme e farne a meno sembra altrettanto complesso.

Un’azienda israeliana ha pensato a una soluzione: far sì che gli imballaggi del futuro assomiglino in tutto e per tutto a rifiuti naturali, come la buccia di una mela o di una banana. Materiali innovativi che facciano sì che i nostri imballaggi si decompongano in pochi mesi, lo stesso tempo che ci mette appunto una naturalissima buccia d’arancia.

Read More

View original post