UFO-sul-campo-di-battaglia1

Cos’erano veramente gli UFO del Vietnam?


La storia di misteriose battaglie aeree, va molto al di là dell’era moderna quando i cieli non erano solcati da velivoli terrestri. Basta ricordare il lontano 1355 quando nei cieli sopra la Gran Bretagna fu combattuta una terribile battaglia che vide coinvolti degli sferici e strani oggetti volanti multicolori.

Nella primavera del 1561 in Germania si verificò un fenomeno analogo che vide fronteggiarsi delle insolite navicelle a forma di croce, piatti capovolti e delle sfere di colore blu, rosso e nero che per tutta la durata della battaglia illuminarono il cielo di bagliori seguiti da forti esplosioni provocando forte costernazione tra i residenti locali. La battaglia durò circa un’ora, dopo di che gli oggetti iniziarono a precipitare al suolo distruggendosi.

norimberga001.jpg

Qualcosa di simile è stato osservato anche in tempi molto più recenti e in diversi parti del mondo, soprattutto nei cieli della Russia e in quelli degli Stati Uniti.

E precisamente negli anni 90 anni, quando una di queste battaglie è stata documentata su pellicola dallo “Space Shuttle”. Nel corso della storia si sono verificati anche casi di contatti diretti e combattimenti aerei con degli oggetti volanti non identificati, che difficilmente potevano essere attribuiti a una guerra contro delle forze aliene. Un evento simile si verificò alla fine degli anni 60 del XX secolo, quando la capitale del Vietnam del Nord fu presidiata dalle forze dell’Air Defence dell’URSS nel tentativo di contrastare eventuali attacchi aerei statunitensi . Si trattava di 9 brigate aviotrasportate armate di missili anti-aerei, le quali furono dislocate a 30 chilometri dalla capitale del Vietnam del Nord.

Una sera su una delle unità apparve nel cielo uno strano oggetto a forma di disco il cui diametro si aggirava sui 300 metri il quale si posiziono’ silenziosamente ad una altitudine di circa 1000 m. Nel momento in cui fu attivato il sistema di identificazione, nessuna risposta sembrò provenire dal misterioso dispositivo volante costringendo il comandante del personale addetto alla vigilanza a riferire ai suoi superiori della pericolosa situazione di emergenza a seguito della quale fu impartito l’ordine di sparare e abbattere l’intruso attraverso il lancio di dieci razzi i quali esplosero al di sotto dell’obiettivo inquadrato anche dagli apparati radar. Subito dopo dall’oggetto furono sparati dei fasci luminosi di colore azzurro che misero fuori gioco tutti i lanciatori missilistici compresa la stazione radar che fu totalmente distrutta.

Terminata l’opera di distruzione il misterioso oggetto volante scomparve rapidamente dalla vista e da allora nessun’altra notizia fu fatta trapelare in merito ai fatti accaduti quel lontano giorno, particolarmente infausto per le forze sovietiche che per la prima volta dovettero fronteggiare un dispositivo volante molto più temibile e sconosciuto che poco aveva a che fare con i tradizionali velivoli dell’USAF.

Fonte