magma

Un’enorme camera magmatica è stata scoperta sotto la città di Matata,in Nuova Zelanda


L’eruzione non è imminente e probabilmente non lo sarà per un paio di secoli.


Nota per i suoi magnifici paesaggi e vulcani spettacolari, la Nuova Zelanda non delude mai!

Ora un nuovo studio rivela che il vulcanismo sembra essere in espansione nelle zone abitate. Infatti proprio una nuova camera magmatica è stata scoperta sotto la cittadina di  Matata, in Nuova Zelanda dimostrando la possibile formazione di un nuovo vulcano.

Un gruppo di geofisici  ha eseguito la ricerca utilizzando i dati GPS e le immagini satellitari provenienti da vari satelliti, tra cui Envisat dell’ESA, studiando i movimenti di terra nella zona vulcanica Taupo (TVZ) che corre tutta la strada fino al centro della North Island della Nuova Zelanda, una regione in cui si sono verificate circa 25 eruzioni vulcaniche su larga scala negli ultimi 1.6 milioni di anni.

new_zealand_volcano.jpg

Le stime mostrano che c’è abbastanza magma da riempire 80.000 piscine olimpioniche che ha sollevato la terra sotto la città costiera di Matata, di 40 centimetri. La scoperta è stata una grande sorpresa per gli scienziati. Nel periodo, tra il 2004 e il 2011, l’area ha subito un rapido sollevamento e questo evento ha probabilmente indotto lo sciame di terremoti  recentemente osservati.

La camera magmatica si trova a circa 10 km sotto la superficie e dovrebbe essere  abbastanza profonda da evitare che il vulcano possa raggiungere la superficie.

Gli scienziati sperano che il futuro della ricerca consenta loro di sviluppare un sistema di allarme per terremoti nella regione, probabilmente indotto dalle sollecitazioni di magma e la rottura delle rocce circostanti.

Fonte