subsidenzaCina

Parti della città di Pechino stanno affondando ad un ritmo allarmante


Il fenomeno comporta rischi per la sicurezza pubblica, in particolare per la rete ferroviaria del Paese.


La capitale della Cina è nota per il suo smog e le tempeste di sabbia occasionali. Eppure, una delle sue principali minacce ambientali si trova sotto il suolo: Pechino sta affondando!

Secondo un nuovo studio pubblicato nella rivista Remote Sensing, la subsidenza massima in alcune parti di Pechino è maggiore di 100 mm all’anno. Sette i ricercatori, tra cui gli accademici cinesi Chen Mi (Capital Normal University, Cina), Li Zhenhong (Università di Newcastle, Regno Unito) e l’ingegnere spagnolo Roberto Tomas (Università di Alicante, Spagna) che hanno analizzato la situazione.

Attualmente stiamo conducendo un’analisi dettagliata degli impatti di subsidenza sulle infrastrutture critiche (ad esempio ferrovie ad alta velocità) nella pianura di Pechino“, hanno spiegato gli studiosi.

Lo studio rileva che l’intera città sta affondando ma il cedimento è più pronunciato nel quartiere Chaoyang di Pechino, che è cresciuto dal 1990 con grattacieli, tangenziali e altre vie di sviluppo. I ricercatori spiegano che la natura irregolare della subsidenza in alcune zone comporta rischi per gli edifici e altre infrastrutture.

A provocare lo sprofondamento sarebbe l’eccessivo pompaggio di acqua dal sottosuolo. Decine di migliaia di pozzi d’acqua esistono in ed intorno a Pechino, molti di essi sono usati in agricoltura. A causa di un eccessivo sfruttamento delle acque sotterranee, la regione di Pechino è stata colpita dal cedimento del terreno dal 1935 ma la velocità e l’entità del cedimento del terreno mostra un trend in aumento.

I ricercatori hanno impiegato la tecnica Small Baseline InSAR per elaborare le immagini Envisat ASAR acquisite tra il 2003 e il 2010 e le immagini StripMap TerraSAR-X raccolte nel  2010-2011 per indagare sulle cause del cedimento del terreno nella regionee hanno scoperto che la subsidenza massima è visibile nella parte orientale di Pechino con un tasso superiore a 100 mm / anno.

Il distretto di Chaoyang, nel cuore commerciale di Pechino, è il più colpito, affondando ad un tasso annuo di 11 centimetri. Altri distretti lentamente inghiottiti dalla terra sono quelli di Changping, Shunyi e Tongzhou. I ricercatori hanno anche stimato che alcune aree sono sprofondate più di 75 centimetri durante il periodo di studio.

Altre città del mondo stanno vivendo tale subsidenza causata da un eccessivo pompaggio dell’acqua o di altri fattori. Città del Messico sta sprofondando fino a 28 cm in un anno e Giacarta si è abbassata a un ritmo simile. Bangkok è in calo ogni anno di ben il 12 cm, secondo i ricercatori.

Fonte