wise_1

WISE 0855 UNA STELLA SIMILE A GIOVE


Sotto la lente degli studiosi la nana bruna scoperta nel 2014. La presenza di nubi d’acqua rilevata grazie ad uno spettro all’infrarosso. La ricerca pubblicata su Astrophysical Journal Letters.


Detiene il record di corpo celeste più freddo al di fuori del Sistema Solare e dista dalla Terra solo poco più di 7 anni luce: è questo l’identikit di WISE 0855, stella nana bruna salita agli onori della cronaca per il suo ‘ritratto’ all’infrarosso che ha permesso agli astronomi di individuare la presenza di nubi d’acqua.

La scoperta è il fulcro di “The First Spectrum of the Coldest Brown Dwarf”, articolo recentemente pubblicato sulla versione online della rivista Astrophysical Journal Letters.

Sono stati gli occhi elettronici dei telescopi WISE e Spitzer della NASA, nel 2014, a scovare la stella, che per la sua natura di nana bruna non ha una massa sufficiente a sviluppare la temperatura necessaria per scatenare le reazioni nucleari all’origine della luminosità degli astri.

Il team di ricerca, coordinato dagli astronomi dell’Università della California-Santa Cruz, si è avvalso del telescopio Gemini North alle Hawaii, grazie al quale è stato possibile realizzare uno spettro all’infrarosso di WISE 0855 che ha permesso di studiarne la composizione. L’esistenza di nubi d’acqua – le prime ad essere scoperte all’esterno del Sistema Solare – è l’elemento-chiave tra i dati emersi nell’analisi dello spettro.

La massa della nana bruna, che ha una temperatura di circa 250 gradi Kelvin, è pari a cinque volte quella di Giove e per alcuni aspetti la stella sembra assomigliare al gigante gassoso del nostro sistema planetario.

Questa caratteristica di WISE 0855 ha suscitato particolare interesse negli esperti, che hanno quindi l’opportunità di studiare le dinamiche di un oggetto dalla massa planetaria e freddo come Giove, ma in posizione extrasolare.

wise_3

Per ottenere lo spettro all’infrarosso il gruppo di lavoro, che ha anche sviluppato dei modelli matematici, ha utilizzato il telescopio Gemini North e lo spettrografo Gemini Near Infrared per oltre 13 notti, totalizzando circa 14 ore di osservazioni. Lo spettro realizzato evidenzia la presenza di nubi e vapore acqueo e un aspetto generale che accosta WISE 0855 a Giove.

Questa somiglianza, rispetto alle linee di assorbimento dell’acqua, è stata confermata dal confronto tra le immagini spettrali dei due corpi celesti, che si differenziano invece per la presenza di fosfina. Questo composto è molto abbondante nell’atmosfera di Giove ed è connesso alla sua turbolenza, mentre non appare molto evidente nello spettro di WISE 0855 che di conseguenza ha un’atmosfera più tranquilla.

Fonte