coralli-bianchi-xl-catlin-seaview-surveyansa-3bmeteo-74052

Il 60% dei coralli delle Maldive diventa “albino”


Si ritorna al bianco e nero. Non stiamo parlando delle trasmissioni televisive ma ben si dei coralli che popolano le acque delle splendide Maldive. I cambiamenti climatici in atto hanno, infatti, fatto perdere i bellissimi colori che questi organismi un giorno avevano assumendo ora una tonalità quasi completamente bianca. Secondo un’indagine internazionale guidata dall’Unione internazionale per la conservazione della natura (Iucn) il fenomeno dello sbiancamento dei coralli avrebbe colpito il 60% dei coralli delle Maldive con punte localmente anche prossime al 90%.

Secondo il responsabile dello studio i risultati preliminari dello studio sono allarmanti, con una mortalità iniziale dei coralli già osservata. Sempre secondo il ricercatore ci aspettiamo che questa aumenterà se i corali sbiancati non saranno in grado di recuperare.

Ricordiamo che le Maldive ospitano circa il 3% dei coralli del mondo e sono uno dei Paesi più vulnerabili alle conseguenze dei cambiamenti climatici dato che in media l’arcipelago è alto appena 1,5 metri rispetto al livello del mare. Con il riscaldamento delle acque i coralli espellono un’alga fondamentale per il loro nutrimento (che dà loro colore) andando incontro alla morte se non hanno il tempo di recuperare naturalmente. Stessa situazione anche attorno alle Hawaii e alla grande barriera corallina australiana.

Le cause? In primis il surriscaldamento globale a cui va aggiunto il recente fenomeno del El Nino.

Fonte