IRAS 19312+1950 quanti anni hai ?


Un astro difficile da classificare al centro di uno studio basato sui dati delle missioni Spitzer della NASA ed Herschel dell’ESA. La ricerca pubblicata su The Astrophysical Journal.


Una dama civettuola che glissa abilmente sull’età: così si potrebbe definire IRAS 19312+1950 (indicata dalla freccia nella foto accanto), la stella che presenta caratteristiche tipiche sia di un astro ‘âgé’ sia di uno nel fiore degli anni e che costituisce per gli astronomi un vero e proprio rompicapo.

IRAS si trova nel profondo della Via Lattea (foto in basso) a oltre 12mila anni luce dalla Terra e, da quando – nel 2000 – è stata riconosciuta come un oggetto degno di nota, il suo enigma sta creando agli esperti notevoli problemi di classificazione. Un nuovo studio, “On the nature of the enigmatic object IRAS 19312+1950: a rare phase of massive star formation?”, recentemente pubblicato su The Astrophysical Journal, cerca di fare luce su questo astro ‘monello’.

Schermata 2016-08-31 alle 15.28.48

La ricerca, il cui primo autore è Martin Cordiner del Goddard Space Center della NASA, si basa sui dati raccolti dal telescopio spaziale Spitzer (NASA) e dall’osservatorio spaziale Herschel (ESA) e ipotizza una differente realtà per IRAS, che inizialmente era stata ritenuta una vecchia gigante rossa.

La stella aveva già denotato delle peculiarità quando era stata osservata a delle particolari frequenze radio e gli astronomi che avevano utilizzato telescopi a terra avevano notato che IRAS è ricca di ossigeno ed è particolarmente massiccia (dieci volte il Sole).

Alcuni indizi hanno indotto i ricercatori a considerare IRAS una stella vecchia; tra questi, l’osservazione di un’intensa sorgente radio definita ‘maser’. Il fenomeno in questione è un maser di ossido di silicio, prodotto da molecole costituite da un atomo di silicio e uno di ossigeno, e, salvo rare eccezioni, è una caratteristica degli astri ‘attempati’.

Schermata 2016-08-31 alle 15.29.19

nakashimaetal-1604-07170_f3

Tuttavia, IRAS non sembra del tutto una realtà nella tarda maturità della sua vita. La varietà di elementi chimici riscontrati nell’ampia nube di materiale che la circonda ha lasciato interdetti gli studiosi, dato che questo tipo di nubi è in genere associato alle stelle giovani nelle regioni definite ‘nursery stellari’. Nei dintorni di IRAS, però, non c’è traccia di stelle di formazione.

L’utilizzo dai dati delle osservazioni nelle lunghezze d’onda dell’infrarosso svolte da Spitzer ed Herschel ha consentito al team della ricerca di lanciare un’occhiata nella nube che circonda IRAS e di ipotizzare che, al di là delle apparenze, la stella potrebbe essere giovane e addirittura in fase embrionale. La stella presenta anche due getti di gas che scorrono dai suoi poli con venti molto veloci, altra caratteristica di un astro ‘in fiore’. Nonostante ciò, IRAS non può essere definita come una tipica protostella.

Quindi, anche se gli astronomi hanno potuto analizzare ulteriori particolari, la classificazione di IRAS rimane ancora in sospeso perché la stella continua a presentarsi con il suo mix di giovinezza e senilità. Lo studio di questa particolare realtà è comunque importante per la comunità scientifica in quanto schiude nuovi scenari sulla varietà e la complessità dei processi sottesi al ciclo di vita delle stelle.

Fonte, Fonte

Annunci