Mosaico di Mawrth Vallis, uno spettacolare canale marziano


Scolpito dall’antica acqua marziana  che scorreva copiosa sulla sua superficie, Mawrth Vallis è uno dei canali di deflusso più notevoli di Marte. La valle, un tempo luogo potenzialmente abitabile, è una delle caratteristiche principali di una regione al confine tra gli altipiani del sud e le pianure del nord.

Mawrth Vallis è di scena in questa immagine, con una vista a volo d’uccello di una zona di 330.000 km quadrati attorno alla valle. Con una lunghezza di 600 km e una profondità fino a 2 km, è una delle più grandi valli Marziane. Enormi quantità di acqua una volta scorrevano attraverso di essa, da una regione ad una quota superiore, parte del quale è mostrata in basso a destra dell’immagine, nelle pianure settentrionali, in alto a sinistra.

Tra le caratteristiche notevoli sono i grandi depositi di fillosilicati visibili con una colorazione più tenue che si trovano lungo il suo corso. I fillosilicati su Marte sono testimonianza della presenza di acqua allo stato liquido nel passato di Marte e della possibilità che ambienti abitabili potrebbero essere esistiti sul pianeta fino a 3,6 miliardi di anni fa.

Uno strato di roccia scura, resti di antiche ceneri vulcaniche, si estende su molte delle argille e potrebbe avere salvaguardato dalle radiazioni e dall’erosione le tracce di antichi microbi presenti nelle rocce. Questo rende Mawrth Vallis una delle regioni più interessanti per i geologi e gli astrobiologi. Si tratta di uno dei siti di atterraggio candidati per ExoMars 2020, una missione congiunta tra l’ESA e la Russia, con l’obiettivo primario di scoprire se la vita sia esistita un tempo su Marte.

Il nome deriva dalla parola gallese per Marte ( “Mawrth”) e il latino valle ( “Vallis”). Questo mosaico è stata creato usando nove singole immagini prese dalla telecamera stereo ad alta risoluzione sulla sonda Mars Express dell’ESA, che è in orbita attorno Marte dalla fine del 2003.

Link alla foto in alta risoluzione

Annunci