Missione estesa per Curiosity


Prossimi obiettivi del rover: due siti nella parte superiore della formazione Murray ricchi di ematite e rocce argillose.


Curiosity è pronto per l’inizio di un nuovo capitolo della sua avventura alla scoperta di Marte. L’ambizioso  rover della NASA che ha recentemente ricevuto un’estensione di due anni della sua missione, salirà lungo il fianco del Monte Sharp in una regione anticamente occupata da laghi. Curiosity ha iniziato il nuovo biennio di missione il 1 ottobre scorso e  andrà alla scoperta di un crinale ricoperto di ematite che dista 2,5 chilometri dal luogo in cui si trova ora  per poi spostarsi verso un’area ricca di rocce argillose.

La scelta del team della missione ha un obiettivo ben preciso: la ricerca di ambienti umidi dove sono frequenti le tracce di argilla ed ematite. I due siti si trovano nella parte più alta della formazione Murray la cui parte inferiore è già stata visitata da Curiosity che ha rilevato strati di fango accumulato sul fondo di antichi laghi. Questi sedimenti mostrerebbero che l’ambiente lacustre sarebbe durato a lungo nel tempo. La scalata di Curiosity, lo porterà ad analizzare nuovi strati di terreno per poter capire la durata delle condizioni di umidità che avrebbero reso l’ambiente potenzialmente favorevole alla vita.

Dal suo atterraggio nell’agosto del 2012 Curiosity ha collezionato più di 180.000 immagini del Pianeta Rosso. La più recente (in basso) include una spettacolare panoramica della formazione Murray situata nella parte inferiore del Monte Sharp realizzata grazia alla camera di bordo Mast.

Fonte