Pulsazioni rivelatrici


L’esopianeta che orbita intorno a KIC 7917485 ha una massa dodici volte superiore a quella di Giove ed è stato scoperto grazie alle osservazioni del telescopio spaziale Kepler.


Un team di scienziati dell’Università di Sydney e di quella di Aarhus in Danimarca, ha recentemente individuato il primo pianeta che orbita intorno alla stella di sequenza principale denominata KIC 7917485. Il pianeta è situato in una zona della stella  vicina a quella abitabile ed è stato scoperto attraverso l’osservazione delle pulsazioni dell’astro.

La sequenza principale è una fase in cui le stelle fondono l’idrogeno del proprio nucleo in elio a temperature e pressioni elevate. Sappiamo che gli astri trascorrono in questo stadio gran parte della loro esistenza generando un vento formato da particelle cariche che provoca emissione di materia nello spazio.

KIC 7917485 è stata tenuta d’occhio dall’osservatorio spaziale Kepler per più di quattro anni. Gli astronomi hanno scoperto che le pulsazioni della stella hanno una temporizzazione periodica prevedibile e vengono captate in leggero ritardo. Questo rallentamento  sarebbe provocato dall’orbita di un altro corpo celeste la cui piccola forza di gravità modula le pulsazioni della stella.

Grazie a un modello della curva di luce della stella, gli scienziati hanno scoperto che il misterioso compagno di KIC 7917485 ha una massa 12 volte superiore a quella di Giove e compie un’orbita ogni 840 giorni. Quest’ultima informazione  suggerisce che la posizione del pianeta è coerente con la zona abitabile della sua stella: questo fatto lo rende il primo esopianeta ad essere scoperto che orbita nelle vicinanze della zona abitabile di una sequenza principale di stelle. La scoperta del compagno gigante di KIC 7917485, secondo il parere degli scienziati,  rende l’osservazione delle pulsazioni delle stelle calde un metodo eccellente per l’individuazione di nuovi mondi extrasolari.

Fonte