Registrata la “voce” spettrale delle aurore di Giove


“Giove ci sta parlando come solo i pianeti giganti gassosi sanno fare”.


La sonda Juno della Nasa, subito dopo il suo primo flyby dello scorso 27 agosto, ha catturato grazie allo strumento di bordo ‘Waves’ 13 ore di emissioni radio delle aurore, che in seguito sono state convertite e compresse in un file audio spettrale.

“Giove ci sta parlando come solo i pianeti giganti gassosi sanno fare. Waves ha individuato le tipiche emissioni delle particelle energetiche che generano le potenti aurore che avvolgono il polo nord di Giove. Queste emissioni sono le piu’ forti di tutto il Sistema solare. Ora stiamo cercando di capire da dove arrivano gli elettroni che le producono,” spiega il ricercatore Bill Kurth, che, insieme ai colleghi dell’Università dell’Iowa sta analizzando i dati dello strumento a bordo di Juno.

L’ultima immagine ripresa da Juno.

Fonte