Terra dallo spazio: il ghiacciaio Vatnajökull


Con questa immagine a falsi colori, del 6 settembre 2014, il satellite Landsat-8 ci porta sopra la costa sud-orientale dell’Islanda e sopra il ghiacciaio Vatnajökull.

I ghiacciai coprono l’11% del paesaggio islandese, ed il più esteso tra essi è proprio il Vatnajökull – conosciuto in inglese come Vatna Glacier (ghiacciaio Vatna) –  che con i suoi 8.000 kmq è anche il più grande d’Europa per estensione.

Con uno spessore fino ad un chilometro, la calotta di ghiaccio del Vatna ha una trentina di ghiacciai di sbocco, molti dei quali si stanno ritirando a causa dell’innalzamento delle temperature.

Un certo numero di vulcani si trova sotto questa calotta di ghiaccio, tra cui il famoso Grímsvötn, che qualche anno fa causò disagi al traffico aereo in nord Europa per via di una serie di eruzioni e della conseguente diffusione in atmosfera di getti di cenere. Questo vulcano è visibile come un arco nero sul lato centro-sinistro dell’immagine.

Nel 1996 un’eruzione del Grímsvötn causò lo scioglimento di una parte del ghiaccio sovrastante in eccesso. L’acqua fuoriuscì quindi dalla calotta di ghiaccio inondando la vicina pianura formata da sedimenti glaciali, causando danni stimati milioni di dollari.

Nella parte superiore-centrale dell’immagine, in un’area nota come il campo di lava di Holuhraun, possiamo scorgere, attraverso una frattura nella superficie, una brillante striscia di lava color arancio. Questo tipo di eruzione vulcanica allungata è nota come eruzione fissurale e normalmente si verifica senza alcuna attività esplosiva.

Fonte