pia21131-16

LA CAMERA HIRISE DI MRO RIVELA NUOVI DETTAGLI DEL PUNTO D’IMPATTO DEL LANDER SCHIAPPARELLI


Una nuova è più dettagliata immagine ottenuta con la camera HiRISE della sonda NASA MRO sembra permettere di individuare il punto di impatti, dove è caduto lo scuso termico e dove si è posato il paracadute.


 

La sonda di NASA Mars Recoinassance Orbiter ha fornito una nuova immagine, scattata il 25 ottobre, della zona di impatto del lander Schiaparelli. Per l’occasione MRO ha utilizzato la fotocamera ad alta risoluzione Imaging Science Experiment (HiRISE).

L’immagine mostra tre punti di impatto all’interno di una distanza di 1,5 km l’uno dall’altro.

Il punto scuro, approssimativamente circolare, si ritiene possa essere il punto viene interpretato come dove il lander ha colpito il suolo violentemente dopo lo spegnimento prematuro dei retrorazzi. A circa 1,4 chilometri ad est, si può notare un oggetto con diversi punti luminosi che potrebbe trattarsi dello scudo termico, mentre con la stessa ditanza a sud della zona di impatto si troverebbe il paracadute della navicella e il guscio posteriore a cui era collegato.

zooming_in_on_schiaparelli_components_on_mars_large

È stata pianificata la raccolta di ulteriori immagini da diverse angolazioni per valutare la correttezza di queste prime ipotesi.

I dati trasmessi dal lander Schiaparelli durante la sua discesa attraverso l’atmosfera di Marte sta permettendo l’analisi del perché i propulsori del lander sia siano spenti prematuramente.

La nuova immagine ottenuta con HiRISE fornisce informazioni aggiuntive, con più dettagli rispetto a quella ottenuta precedenza con la fotocamera a bassa risoluzione Context (CTX) sempre a bordo del Mars Reconnaissance Orbiter.

Fonte