polmoni-640x480

Anche i polmoni sentono gli odori


Un team di ricercatori dell’Università della Ruhr a Bochum, in Germania, ha scoperto dei recettori olfattivi anche nelle vie respiratorie.


Non solo il naso, anche i polmoni sentono gli odori. E’ il risultato di ricerca dell’Università della Ruhr a Bochum, in Germania, pubblicata su Frontiers in Physiology. Si è sempre pensato che gli odori vengono sentiti solo con il naso perché i recettori olfattivi, ovvero gli elementi che nell’organismo umano si preoccupano di percepire gli odori, si trovano solo nella cavità nasale. Tuttavia i ricercatori dell’ateneo tedesco sono riusciti a trovare due recettori olfattivi anche nel tessuto polmonare umano. Queste ‘serrature molecolari’ regolano il movimento delle cellule della muscolatura delle vie respiratorie, facendola contrarre e poi rilassare ritmicamente durante la respirazione. La scoperta, secondo gli studiosi, potrebbe aprire nuove strade per il trattamento dei disturbi respiratori cronici – come l’asma, l’enfisema e la bronchite – che restringono e ostruiscono le vie respiratorie.

Studiando il comportamento dei due recettori scoperti, i ricercatori hanno osservato che questi reagiscono in presenza degli odori allo stesso modo dei recettori presenti nelle cellule del naso, ovvero attivando la contrazione dei tessuti.Ma l’obiettivo dei ricercatori era quello di capire come il processo della contrazione muscolare può essere influenzato da alcuni farmaci e hanno quindi sottoposto i due recettori ad un esperimento. Entrambi sono stati attivati, ma solo uno è stato trattato con una sostanza dalle proprietà rilassanti, chiamata Amil butirrato. Il recettore così trattato è rimasto inerte senza contribuire insieme all’altro alla contrazione dei tessuti. Questo risultato ha portato i ricercatori a concludere che, lo stesso metodo utilizzato nell’esperimento può essere applicato su pazienti che soffrono di malattie delle vie respiratorie comuni – prevenendo le vie respiratorie dal chiudersi quando sono infiammate – per sostenere interventi terapeutici.

Fonte

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...