magnetar-artist-conception

Il Fast Radio Burst più luminoso


Uno studio appena pubblicato su Science ha individuato in una galassia distante un luminosissimo Fast Radio Burst, ‘lampo radio veloce’ super energetico ma dall’origine ancora sconosciuta. Lo studio mette in relazione per la prima volta questo misterioso fenomeno con il campo magnetico dell’Universo.


È uno dei grandi capitoli irrisolti dell’astronomia, su cui gli scienziati si interrogano da diverso tempo. L’origine di questo fenomeno è sconosciuto, la sua durata è di appena qualche millisecondo ma il suo impatto sull’Universo è probabilmente molto rilevante.

Si tratta dei Fast Radio Burst (FRB), “lampi radio veloci” che gli astrofisici associano a catastrofi cosmiche, come l’esplosione di supernove. Ma la nascita di questi segnali luminosi continua a essere argomento di dibattito.

Pochi giorni fa un team di astronomi della Penn State University ha mostrato un inedito legame tra FRB e raggi gamma, in quello che è stato chiamato un vero e proprio ‘pugno’ di energia cosmica. Ora un nuovo studio pubblicato su Science si spinge ancora oltre, dimostrando che queste brillanti esplosioni del cielo possono rivelare niente meno che il campo magnetico dell’Universo.

Coordinato dal California Institute of Technology, il gruppo di ricerca è riuscito a individuare il Fast Radio Burst più luminoso mai osservato fino a oggi, identificando con grande precisione l’evento nello spazio.

science

La zona isolata dagli autori per individuare il Fast Radio Burst. Le stelle e i cerchi rappresentano rispettivamente le stelle della via Lattea e le galassie.


“Siamo stati in grado di utilizzare l’esplosione per cercare i campi magnetici presenti tra le galassie, ovvero in quella zona che chiamiamo ‘medio intergalattico’ o ‘rete cosmica’. Questa zona è difficile da studiare perché è estremamente diffusa, ma è molto importante perché contiene la maggior parte dei barioni (la materia normale) e gioca un ruolo cruciale nella formazione ed evoluzione delle galassie” spiega ad ASI.it Ryan Shannon, ricercatore della Curtin University e di CSIRO, Australia, e co-leader dell’analisi che ha permesso di individuare il luminoso Fast Radio Burst.

Comprendere come funziona il magnetismo di questo medio intergalattico può quindi aiutarci a capire come sono nati i primi campi magnetici dell’Universo.

“I campi magnetici – continua Shannon – possono essere ‘primordiali’, ovvero nati nel giovane Universo, oppure possono aver avuto origine all’interno delle galassie. Noi abbiamo scoperto che il magnetismo nel medio intergalattico è molto più debole di quello che troviamo nelle galassie”. Ma qual è esattamente il legame tra questo antico magnetismo e i misteriosi Fast Radio Burst?

La risposta arriva proprio dal luminosissimo lampo individuato da Shannon e colleghi, che è stato identificato in una regione molto precisa del cielo. Questa zona copre 6 galassie distanti, più qualche stella appartenente alla nostra Via Lattea.

Il Fast Radio Burst in questione ha probabilmente avuto origine nel cuore di VHS7, una delle galassie più lontane: mappare questa distanza ha permesso agli astronomi di comprendere l’entità di questo lampo, che è stato infatti catalogato come il più energetico mai misurato.

Analizzando come sono cambiate le lunghezze d’onda e la polarizzazione delle onde radio durante l’esplosione, i ricercatori sono riusciti a misurare il campo magnetico tra la Terra e la galassia che ha fatto da ‘culla’ all’esplosione. Questo risultato potrebbe aiutare a perfezionare i modelli della struttura su ampia scala dell’Universo.

“I Fast Radio Burst – conclude Shannon – sono al momento uno dei più grandi enigmi dell’astronomia, e il contesto scientifico in cui si inserisce questo mistero cambia molto rapidamente: questo lo rende un settore davvero affascinante.”

Fonte

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...