20 gradi in più rispetto alla media: l’Artico si sta sciogliendo e non tornerà più come prima


Mentre Donald Trump decide cosa fare o non fare in merito ai cambiamenti climatici provocati dall’inquinamento globale, gli scienziati ci comunicano che la situazione nell’Artico si sta facendo davvero molto calda. E non è un modo di dire. Secondo le ultime stime infatti le temperature sarebbero di 20 gradi in più rispetto alla media stagionale. No, questo non vuol dire passeggiate sulla spiaggia godendosi i caldi raggi di sole come avviene in alcune parti del nostro Paese, ma semmai che la casa degli orsi polari sta (non troppo) lentamente scomparendo, e loro con lei. Insomma, la situazione è tragica, ma le vere conseguenze devono ancora arrivare.

Per fare un esempio, intorno all’80esimo parallelo i ricercatori si aspettavano di registrare una temperatura intorno a -25 gradi: purtroppo però il termometro segnava solo -5 gradi. Il problema legato a questo caldo anomalo riguarda l’impossibilità dell’Artico stesso di rigenerarsi. Cioè?

Con l’arrivo del freddo invernale, in teoria, le temperature scendono, la banchisa (il ghiaccio galleggiante) si fa sempre più spessa e si estende. Adesso però le temperature troppo alte impediscono questo procedimento fondamentale per l’ecosistema dell’Artico: gli orsi polari perdono la loro casa, le foche non hanno un luogo in cui far nascere e crescere i piccoli, solo per fare un paio di esempi delle conseguenze di tanto caldo. E non finisce qui. Se la banchisa non ci “congela” durante l’inverno, la situazione può solo che peggiorare con l’arrivo dell’estate. Insomma, via via che la banchisa non cresce, l’Artico è destinato a scomparire. Rischiamo insomma di non avere il ghiaccio durante l’estate e ghiaccio sottile e “giovane” durante la stagione fredda, che poi tanto fredda non è.

Purtroppo se noi stiamo combattendo contro l’incremento di 2 gradi, l’Artico avrebbe bisogno di uno sforzo maggiore: qui infatti le temperature stanno crescendo il doppio rispetto alla media del resto del mondo.

Fonte

Annunci