9 oggetti di uso comune che potrebbero scomparire in futuro


 

In questi anni sono state create numerose nuove tecnologie, alcune di queste erano destinate a tutt’altro uso e senza volerlo stanno per fare scomparire alcuni oggetti di uso comune. Per esempio, uno smartphone oggi può essere utilizzato anche da specchietto, al posto della carta di credito, come radio e in altri numerosi modi. In questo modo altre cose potrebbero non esistere più. Vediamo ora quali……

Specchi e specchietti

Come già detto, grazie alla tecnologia questo tipo di oggetto, che era solito non mancare mai nella borsetta di una donna, sta scomparendo grazie all’uso degli smartphone. Ma non sono gli specchietti per il trucco, anche i retrovisori delle automobili ultimamente vengono sostituiti da telecamere. Addirittura da Maggio 2018 negli USA sarà obbligatorio avere una telecamera come retrovisore. Presto, con l’arrivo delle auto autonome, gli specchi in auto scompariranno del tutto per lasciare spazio alle telecamere. Si pensa che in un futuro prossimo anche nelle case non verranno più utilizzati specchi che verranno sostituiti da monitor e telecamere che permetteranno, oltre che specchiarci, di vederci con un taglio di capelli o un vestito differente ma anche ottenere letture biometriche e controllare così la nostra salute.

Caricabatterie

In questi ultimi anni, il caricabatterie era uno degli oggetti onnipresenti nelle nostre case. Addirittura chi possiede uno smartphone con un auricolare si ritrova ad avere due caricabatterie per un unico uso. Ma in recentemente è stato lanciato il caricabatterie wireless. Probabilmente nel giro di 10 anni, questa tecnologia verrà modificata e migliorata e all’interno di una casa si potrà tenere in carica qualsiasi apparato elettronico completamente wireless e senza caricabatterie intorno.

Autoradio

Gli smartphone di oggi sono già completi di ogni tipo di intrattenimento, radio, canzoni mp3, video e altro. Probabilmente nel giro di qualche anno le autoradio come le conosciamo scompariranno per dare vita ad una nuova tecnologia wi-fi che riceverà dalla rete tutto quello di cui avremo bisogno.

Portafogli

Sempre grazie agli smartphone, anche i portafogli scompariranno. In futuro le banconote non esisteranno più, tutto diventerà digitale e virtuale. Sono già presenti apps come Apple Pay e Samsung Pay permettono di pagare i tuoi acquisti al posto della carta di credito. Anche i nostri documenti in futuro sarà digitale.

Lettori DVD

Già rimpiazzato dai lettori  Blue Ray, probabilmente i lettori DVD come successivamente anche i Blue Ray, saranno destinati a scomparire, soprattutto in un futuro dove la rete regna sovrana. I molti Infinity, Sky e tanto più Netflix diventeranno lo standard.

Supporti fisici

Come detto sopra, se verranno a scomparire i lettori, scompariranno anche i supporti. Come già successo per il CD, che è stato lo standard della musica negli ultimi 20 anni e oltre, sta piano piano scomparendo grazie ai lettori digitali e ai negozi digitali come iTunes. Invece per i libri in carta stampata negli ultimi anni, a grande sorpresa, hanno avuto un’impennata di vendite a discapito dei libri digitali e audiolibri.

Chiavi

Nei prossimi 20 anni, probabilmente le chiavi come le conosciamo, scompariranno. Questo perché già oggi esistono tecnologie in grado di sostituirle. Alcuni hotel utilizzano già apps per smartphone per aprire le porte delle loro stanze. Su Kickstarter si possono trovare molte serrature virtuali che hanno ricevuto finanziamenti, questo significa che presto arriveranno sul mercato.

Lavatrici

Già dal 2012 ricercatori cinesi, seguiti da alcuni australiani, hanno creato prototipi di tessuti autolavanti. Sono tessuti ricoperti di nanoparticelle che reagiscono al sole svolgendo un’azione pulente e disinfettante. Il gruppo di ricercatori australiani hanno dimostrato che il loro tessuto, esposto per 30 minuti al sole, risulta perfettamente lavato e candeggiato. La luce solare eccita le nanoparticelle presenti sulla superficie che degrada la materia organica presente sui tessuti, eliminando così macchie e batteri.

Password

Le password sono da sempre la migliore difesa per la nostra sicurezza in ambito digitale. Il problema dell’utente medio è che si ritrova ad avere una decina di password per vari servizi, che spesso dimentica. Tra qualche anno, tecnologie come scanner biometrici potrebbero essere il nuovo standard su i nostri dispositivi. Apple ha già implementato la scansione delle impronte digitali da qualche anno. Anche il riconoscimento facciale è presente su alcuni notebook da un po’.

 

Sorgente: 9 oggetti destinati a scomparire in futuro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...