Cassini ha effettuato la prima immersione tra gli anelli


Dopo il fly-by su Titano T-125, la Cassini ha iniziato una nuova fase della missione: il 4 dicembre, alle 13:09 UTC, la sonda ha attraversato il piano degli anelli, passando a 91.000 chilometri dalle nubi di Saturno, intersecando una debole fascia di polvere prodotta dai micro impatti che colpiscono le due lune Giano ed Epimeto.


Alle 12:00 circa, la Cassini ha acceso il suo motore principale per circa sei secondi per poi chiudere il coperchio come precauzione circa mezz’ora prima di attraversare il piano degli anelli.

Ci sono voluti anni di pianificazione ma ora che siamo finalmente qui, tutta la squadra Cassini è entusiasta di cominciare a studiare i dati provenienti da queste orbite“, ha detto Linda Spilker, scienziato al JPL,

Questo è un momento straordinario di quello che è già stato un viaggio emozionante“.

Questo primo passaggio era più che altro focalizzato sulla manovra di per sé ma le prossime orbite offriranno le migliori viste di tutta la missione delle regioni esterne degli anelli e le piccole lune.

bbdcd49acc4ef5c8faebe21d3a8c9d84_xl

Ciascuna delle prossime orbite durerà un settimana: il successivo passaggio sul bordo degli anelli è previsto per l’11 dicembre. Ce ne saranno 22 in tutto, fino al 22 aprile 2017, quando l’ultimo fly-by attorno a Titano rimodellerà la traiettoria della Cassini spingendola ad attraversare il vuoto tra il pianeta ed il suo anello più interno.

Fonte

Advertisements