Ngc 4696 : la galassia più ‘bizzarra’ dell’Universo


Nuove osservazioni di Hubble  hanno rivelato l’intricata struttura della galassia NGC 4696 in modo più dettagliato rispetto al passato. La galassia ellittica è una bella stranezza cosmica con un nucleo luminoso avvolto in sistema di vorticosi filamenti scuri filiformi.

NGC 4696 è un membro del gruppo di galassie Centaurus, uno sciame di centinaia di galassie tutte legate  assieme dalla forza di gravità poste a circa 150 milioni di anni luce dalla Terra che si trovano nella costellazione del Centauro.

Nonostante le enormi dimensioni del cluster, NGC 4696 riesce ancora a distinguersi dai suoi compagni – è il membro più brillante del cluster, nota per ovvie ragioni come il più luminoso ammasso di galassie. Questo la mette nella categoria delle più grandi e più brillanti galassie conosciute nell’Universo.

Dusty filaments in NGC 4696

Anche se NGC 4696 ha questa impressionante particolarità, ha una ulteriore distinzione: ha una struttura unica tra le galassie. osservazioni precedenti hanno rivelato filamenti arricciati che si estendono dal corpo principale e formano un punto di domanda cosmica nel cielo (heic1013), i viticci scuri che circondano il centro luminoso incandescente.

Un team internazionale di scienziati, guidati da astronomi della University of Cambridge, UK, ora hanno utilizzato nuove osservazioni dall’ Hubble Space Telescope per esplorare questa struttura filiforme in modo più dettagliato. Essi hanno scoperto che ciascuno dei filamenti polverosi ha una larghezza di circa 200 anni luce, ed una densità di circa 10 volte maggiore del gas circostante. Questi filamenti sono intrecciati insieme e spiraleggiano verso l’interno verso il centro di NGC 4696, collegando il gas costituente la galassia al suo nucleo.

In realtà, sembra che il centro della galassia è effettivamente responsabile per la forma ed il posizionamento dei filamenti stessi. Al centro di NGC 4696 si nasconde un buco nero super massiccio attivo con la sua energia, riscaldando i gas e mandando flussi di materiale caldo e bolle di gas verso l’esterno, che sembrano spazzare via il campo magnetico della galassia.

Sembra che questi flussi caldi provenienti dalla bolla di gas centrale fluiscano verso l’esterno, trascinando con loro il materiale filamentoso. Il campo magnetico della galassia è anch’esso spazzato da questo movimento spumeggiante.

Al centro della galassia, il corpo dei filamenti si arriccia verso l’interno in una forma a spirale intrigante, vorticosa attorno al buco nero super massiccio ad una distanza tale che questi vengono trascinati dentro e alla fine consumati dal buco nero stesso.

Capire di più su galassie filamentosi, come NGC 4696 può aiutarci a capire meglio il motivo per cui così tante enormi galassie vicine a noi nell’Universo sembrano essere assopite; piuttosto che formare stelle a profusione  dalle loro vaste riserve di gas e polveri esse invece rimangono infatti quiete e popolate principalmente da stelle anziane o che invecchiano. Questo è il caso di NGC 4696. Un’ipotesi e’ che il flusso della struttura magnetica attraverso la galassia impedisca ai gas di creare nuove stelle.

schermata-2016-12-09-alle-18-44-15

Fonte immagini

Annunci