L’esplosione stellare del 2022


Una simulazione del sistema binario a contatto KIC 9832227.


Per la prima volta è stato possibile prevedere quando avverrà uno spettacolare scontro tra stelle binarie, che darà origine a uno degli oggetti più brillanti dei nostri cieli.


Sarà visibile dalla Terra anche a occhio nudo, e potrebbe brillare quanto la stella polare: l’esplosione di una coppia di stelle binarie a 1.800 anni luce da noi, nella costellazione del Cigno, darà origine a una nova rossa che nel 2022, per un breve periodo, sarà uno degli oggetti meglio riconoscibili dei nostri cieli, osservabile anche senza strumenti ottici.


La coppia di astri denominata KIC 9832227 è impegnata in una danza sempre più convulsa e ravvicinata ed è sorvegliata speciale dal 2013. Una delle due stelle è grande il 40% più del Sole, l’altra circa un terzo rispetto a esso.

La loro orbita si è fatta  via via sempre più rapida, dalle 11 ore iniziali, ed è la prova di un progressivo avvicinamento: le due stelle condividono persino la stessa atmosfera. Un’altra coppia di stelle binarie nella stessa situazione, nota come V1309 Scorpii, fu protagonista di uno scontro e di un’esplosione inaspettata, nel 2008.

La curva di luce di V1309 Sco, i Punti pieni: dati dai progetti OGLE-III e OGLE-IV. Punti vuoti: dati ottenuti dall’associazione AAVSO durante l’eruzione del 2008.


Ora Larry Molnar, astronomo del Calvin College, in una ricerca presentata all’American Astronomical Society condotta su oltre 32 mila immagini delle due stelle, ha previsto che l’ormai inevitabile collisione dovrebbe accadere tra 5 anni, e provocare un cambiamento talmente spettacolare che sarà impossibile non notarlo.

È la prima volta che lo studio accurato di un sistema binario permette una simile previsione. Di solito queste esplosioni si verificano in modo piuttosto improvviso, catturando l’attenzione proprio per la loro luminosità, e solo a quel punto si tenta di osservarle con l’ausilio di un telescopio.

Non si può ancora sapere se la previsione sarà esatta, ma se lo fosse consentirebbe di monitorare l’evoluzione delle novae rosse, un tipo di esplosione stellare a metà tra la brillantezza di una supernova e quella di una nova classica.


Leggi:

L. A. Molnar et al. “Prediction of a Red Nova Outburst in KIC 9832227.” .

R. Tylenda et al. “V1309 Scorpii: Merger of a Contact Binary.” Astronomy & Astrophysics, Aprile 2011.

Fonte

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...