Verso una biopsia liquida per il tumore alla prostata


Per la prima volta un team italiano ha sviluppato un approccio nuovo per la diagnosi del tumore alla prostata e al polmone, analizzando delle piccole vescicole. Crediti immagine: NIH, Flickr

RICERCA – Quando si parla di biopsia liquida si fa riferimento alla possibilità di fornire una diagnosi di cancro senza bisogno di eseguire una biopsia tradizionale, cioè un prelievo di tessuto dal paziente, ma utilizzando solo un prelievo di sangue, su cui compiere precise analisi molecolari per individuare la presenza del cancro o le sue mutazioni. L’idea alla base di questo approccio è quella di riuscire un giorno a utilizzare le analisi del sangue come strumento diagnostico per tutti i tipi di tumore, ed eventualmente anche nei programmi di screening della popolazione per quelli più frequenti.

La biopsia liquida non è certo una novità e gli studi finora condotti hanno coinvolto molti tipi di cancro, diverse tecniche di analisi, e…

Sorgente: Verso una biopsia liquida per il tumore alla prostata | Cristina Da Rold

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...