Quante specie di alberi esistono?


113302489-811090b1-ae01-4f47-ac30-8308e602fa35.jpg

Sulla Terra crescono oltre 60.000 specie diverse di alberi, 60.065 per la precisione. Il censimento, chiamato GlobalTreeSearch, è stato fatto dal Botanic Gardens Conservation International, un’organizzazione che rappresenta un network di oltre 500 giardini botanici sparsi in 100 Paesi del mondo.

Il Paese a maggior diversità arborea è il Brasile con 8.715 specie, seguito da Colombia (5.776) e Indonesia (5.142). In questa classifica l’Italia è in posizione numero 125 con 130 specie di albero. Di queste, 20 sono endemiche: significa che crescono solo nel nostro territorio. Il Brasile ha anche il primato di specie endemiche seguita da due isole: Madagascar e Australia.

Dall’altra parte di questa classifica c’è il Neartico, la regione biogeografica che coincide con il Nord America, con meno di 1.440 specie di alberi. Nessun albero, invece, in Antartide.

Secondo il censimento, il 45% delle specie arboree è racchiuso in appena dieci famiglie. La più numerosa è quella delle Leguminosae, che conta al suo interno 5.400 diversi alberi. Non dobbiamo infatti pensare solo ai piselli o alle lenticchie: fanno parte delle leguminose (o Fabaceae) anche la mimosa, il carrubo, l’albero di Giuda, il maggiociondolo e il glicine, solo per citarne alcuni tra i più noti in Italia.

Dopo le leguminose ci sono le Rubiaceae con 4.827 (la pianta del caffè è una delle più note) e le Myrtaceae con 4.330 (ne fanno parte anche mirto ed eucalipto). GlobalTreeSearch ha contato 9.600 specie di alberi a rischio di estinzione. Circa 300 sono ancora più a rischio, dal momento che se ne contano meno di 50 esemplari in tutto il mondo.

GlobalTreeSearch non è l’unico né il primo censimento arboreo, ma è il più completo. Il primo ad aver messo insieme più lavori che si basavano su tassonomie e focus geografici differenti.

Fonte

Annunci