Caccia ai gemelli di Saturno


20153811142_RingTransit.jpg

Continua la ricerca di nuovi mondi. Oltre a esopianeti di tipo terrestre, l’analisi si estende anche alla possibilità d’individuare pianeti con sistemi di anelli. Un team di studiosi giapponesi ha trovato un possibile candidato, tra gli esopianeti scovati dal telescopio Kepler.


Tra i migliaia di nuovi mondi scovati dai planetologi, uno solo è dotato di un sistema di anelli. Ma gli scienziati sono certi che sia in buona compagnia nel Cosmo. E si sono messi a caccia di nuovi gemelli di Saturno.

Come scovarli? Un team di astronomi dell’University of Tokyo ha condotto una ricerca sistematica su 89 possibili candidati, tra quelli scovati dal telescopio spaziale Kepler. I risultati sono contenuti in uno studio pubblicato su The Astronomical Journal.

Caratteristica in comune: un lungo periodo di rivoluzione intorno alla propria stella. Secondo gli autori, infatti, gli anelli sarebbero instabili in presenza di orbite troppo strette intorno alla stella madre. Inoltre, essendo fatti di ghiaccio, la vicinanza alla stella ne impedirebbe l’esistenza.

Nel corso della loro ricerca gli studiosi giapponesi hanno individuato un possibile candidato. Il metodo scelto è quello molto spesso adoperato in questo tipo di ricerche: lo studio delle curve di luce delle stelle, che subiscono leggere variazioni in seguito al transito del pianeta davanti alla stella madre.

Gli autori, che hanno intenzione di estendere la loro analisi a nuovi candidati, non escludono di trovare altri possibili gemelli di Saturno. A partire dalla stessa Via Lattea. Maggiori conferme potranno arrivare nei prossimi anni, con il lancio di nuovi osservatori spaziali.

Fonte

Annunci