Un granchio o un ragno? Sicuramente si arrampica sugli alberi e ha sorpreso i ricercatori


kani-maranjandu-638x425.jpg

Il Kani maranjandu è stato scoperto in India nella catena montuosa dei Gathi occidentali, nota per la sua ricchissima biodiversità. Il granchio arboreo ha zampe lunghissime che gli permettono di spostarsi con agilità sui tronchi degli alberi.


Ricercatori dell’Università del Kerala (India) hanno scoperto nelle foreste della catena montuosa dei Gathi occidentali una nuova specie di granchio arboreo estremamente peculiare, il cui comportamento e alcuni dettagli dell’aspetto ricordano da vicino quelli dei ragni. Di granchi che vivono sugli alberi sono conosciute diverse specie in varie parti del mondo, tuttavia nessuna di esse ha un legame così stretto con le piante come quella recentemente individuata in India.

Chiamato scientificamente Kani maranjandu, il granchio si rifugia infatti nelle cavità e negli anfratti ricchi di acqua che si generano nei tronchi di alti alberi sempreverdi, mentre i giovani si spingono sino alla chioma rigogliosa per nascondersi dai potenziali predatori. Sono animali estremamente timidi, e gli studiosi li hanno potuti scoprire solo grazie ai membri della tribù locale Kanikkaran. Essi infatti incuriosirono gli zoologi con la descrizione di un “bizzarro animale dalle zampe lunghe” che si celava tra gli alberi della foresta. Anche per i Kanikkaran non fu affatto semplice scoprire l’esistenza di questi granchi, scovati solo grazie alle bollicine che si vedono fuoriuscire dalle cavità in cui normalmente si nascondono. Dopo le prime segnalazioni avvenute nel 2014, soltanto nel 2016 il team di studiosi coordinato dal professor Biju Kumar è riuscito a recuperare un maschio e una femmina per studiarli.

granchio-ragno-a.jpg

granchio-ragno-b.jpg

Il Kani maranjandu ha un aspetto molto peculiare; il carapace nero con dettagli color crema ha infatti una forma convessa, mentre le zampe sono estremamente allungate, un chiaro adattamento alla vita arborea necessario per avere una presa migliore su tronchi e rami. Non si tratta della prima specie particolare individuata nei Gathi occidentali, considerati dai biologi un vero e proprio hot spot per la biodiversità. Recentemente sono state infatti scoperte sette distinte specie di rana notturna, quattro delle quali sono tre le più piccole al mondo, dato che non superano il centimetro e mezzo di lunghezza. I dettagli sulla nuova specie di granchio sono stati pubblicati sulla rivista scientifica specializzata Journal of Crustacean Biology.

Fonte

Annunci