Un nuovo minerale nei più antichi meteoriti


E’ chiamato rubinite, si è formato vicino al Sole neonato.


05dccb86e5cb39859a4eed7650dd60a1.jpg

Identificato un nuovo minerale nei più antichi meteoriti del Sistema Solare. Chiamato rubinite in onore del pioniere della cosmochimica Alan Rubin, è stato riconosciuto ufficialmente dall’Associazione Mineralogica Internazionale. E’ stato scoperto in due meteoriti, caduti in Italia e in Messico, a Vigarano Pieve, vicino Ferrara, e a Pueblito de Allende, che appartengono alla rarissima classe delle condriti carbonacee, considerate autentici fossili del Sistema Solare.

Il minerale, descritto sul Mineralogical Magazine, contiene elevate quantità di titanio ed è stato individuato in modo indipendente da Chi Ma, del California Institute of Technology (Caltech), e da Takashi Yoshizaki, dall’università di Tohoku. I ricercatori hanno identificato nei due meteoriti minuscoli grani di rubinite, del diametro inferiore a 10 milionesimi di metro. In particolare i grani, delle dimensioni massime di un centimetro, si trovano all’interno di rocce ricche di calcio e alluminio.

Queste rocce sono i primi corpi solidi che si sono formati nella nube di gas e polveri che circondava il Sole subito dopo la sua nascita. Sono nate circa 4,5 miliardi di anni fa dall’aggregazione dei granelli di polveri a temperature elevatissime. Per questa ragione lo studio di questi minerali può aiutare a comprendere come sia nato il Sistema Solare.

Fonte

Annunci