Giove, il primogenito del Sistema Solare


163339567-6fb29dc2-0668-452b-8b1d-958eed157794.jpg

Stabilita la sua data di nascita, ha impedito che si formassero Super-terre.


Giove è stato il ‘primogenito’ del Sistema Solare e per la prima volta la sua data di nascita è stata fissata ad appena un milione di anni dalla formazione del nostro sistema planetario. E la sua ingombrante presenza avrebbe anche impedito la nascita di Super-terre, così comuni attorno ad altre stelle. Lo studio, coordinato dall’Istituto tedesco di Planetologia dell’Università di Münster, è stato pubblicato sulla rivista dell’Accademia delle Scienze degli Stati Uniti, Pnas.

Il gruppo di ricercatori guidato da Thomas Kruijer ha scoperto l’età del pianeta gigante grazie agli elementi che compongono i meteoriti, sia i più antichi di tipo carbonaceo, sia i più recenti. I risultati indicano che questi due gruppi di meteoriti hanno coesistito per un lungo periodo di tempo, iniziato circa 1 milione anni dopo la formazione del Sistema Solare. A separarli è stata la presenza di un corpo celeste molto grande, come Giove la cui gigantesca orbita ha impedito ai materiali di mescolarsi. Questo processo è avvenuto in un lasso di tempo brevissimo se considerato su una scala cosmica: da un milione a 3-4 milioni di anni dopo la formazione del sistema solare. .

Dalla ricerca emerge che il nucleo solido del pianeta si è formato ben prima che i gas della nebulosa solare si dissipassero, di conseguenza Giove è il pianeta più antico del sistema solare. Secondo i ricercatori, inoltre, la formazione del pianeta gigante potrebbe aver impedito la successiva formazione di Super-terre nel sistema solare, pianeti più grandi della Terra, molto comuni attorno ad altre stelle.

Già a un milione di anni dalla sua nascita il nucleo di Giove ha acquistato una massa superiore 20 volte a quella della Terra e ha continuato a crescere nei successivi 3-4 milioni di anni fino a diventare 50 volte la massa terrestre.

 

Fonte

Annunci