Rilevati due nuovi esopianeti in orbita intorno alla stella HD 27894


 

A 138 anni luce di distanza, il gigante gassoso HD27894 B in orbita  intorno alla stella madre non è solo. Secondo un nuovo studio, a fargli compagnia ci sarebbero altri due esopianeti, uno simile a Saturno per massa e l’altro molto più massiccio di Giove. I risultati sono stati pubblicati il 1 giugno su arXiv.org.

La stella HD27894 è di tipo spettrale K2V e circa il 20% meno massiccia del Sole. Nel 2005, grazie alle osservazioni condotte dall’High Accuracy Radial Velocity Planet (HARPS) dell’ESO, è stato rilevato il pianeta B, con un peiriodo di rotazione di circa 44 giorni. La scoperta ha portato ricercatori a monitorare la stella durante tre campagne di osservazione nel 2006, nel 2013 e nel 2016.

Analizzando i dati raccolti da HARPS, un team internazionale di astronomi ha rilevato la presenza di altri due giganti gassosi nell’orbita della stella: HD27894 C e HD27894 D.

Dal nuovo studio emerge che il pianeta C ha una massa di circa 0,16 masse gioviane e un periodo orbitale di 36 giorni.

Il pianeta d è molto più massiccio, circa 5,4 masse gioviane e impiega 14 anni per completare l’orbita, in quanto si trova ad una distanza molto più ampia rispetto agli altri due. La sua orbita, infine, è molto eccentrica.

Secondo i ricercatori, una tale configurazione – la coesistenza di un pianeta eccentrico e distante e una risonanza più interna – potrebbe fornire importanti informazioni sulla formazione e l’evoluzione di questo sistema, definito del tutto unico.

La coppia di pianeti più interna, b e c,  è stata probabilmente ‘intrappolata’ da una lenta cattura gravitazionale in seguito a una migrazione; il pianeta esterno, invece, sarebbe migrato nella sua posizione attuale prima dell’evaporazione del disco di detriti circostante, fermando così la migrazione.

Fonte

Annunci