La Stonehenge sommersa del lago Michigan


Nel 2007, ad una profondità di dodici metri, i ricercatori hanno trovato una serie particolare di pietre allineate, che si ritiene abbiano più di 10.000 anni. Per rendere la scoperta ancora più incredibile, i  ricercatori hanno trovato in loco una scultura dove è raffigurato un Mastodonte. In America questo sito è stato rinominato “la Stonehenge subacquea del lago Michigan”.


Durante la ricerca di relitti, gli archeologi della Northwestern Michigan College si sono imbattuti in qualcosa di interessante quanto totalmente inaspettato sul fondo del lago Michigan. Hanno trovato una serie di rocce misteriosamente allineate, in un luogo che antecedentemente non doveva essere sommerso. I ricercatori non potevano credere a quello che stavano vedendo al momento della scoperta. Ed è di fatto la Stonehenge Americana.

L’uomo responsabile di questa scoperta subacquea è Mark Holley, professore di archeologia subacquea presso la Northwestern Michigan College.

Nel 2007, cercando reperti sottomarini, a 12 metri sotto la superficie del lago Michigan ha scoperto una serie di pietre disposte in un cerchio. Aggiungendosi a questa sorprendente scoperta è stato il ritrovamento in loco di una rappresentazione di un mastodonte, un animale che si estinse intorno al 8000 aC.

Capture-ss.png

Secondo i ricercatori, le pietre che si trovano sul fondo del lago Michigan misurano la stessa distanza, cosa che non sarebbe possibile se stavamo guardando una formazione naturale. La formazione rocciosa nella parte inferiore del lago Michigan assomiglia ad altre strutture si trovano in Inghilterra e in Francia, e anche quelli a Nabta Playa, il che rende molto improbabile che sia una formazione naturale.

Come se la formazione rocciosa non fosse una cosa singolare già di per se, dopo una spedizione subacquea è il  fotografo subacqueo Chris Doyle ha trovato una pietra misteriosa con una rappresentazione incredibile di quello che sembrava essere un mastodonte, suggerendo che la scultura deve essere stata fatta quindi molto prima che mastodonti si erano estinti, circa 10.000 anni fa.

La roccia Mastodon è forse uno degli aspetti più incredibili della Stonehenge subacquea. I ricercatori ipotizzano che la roccia è fatto di granito, un materiale molto duro. Per le persone di quell’epoca, scolpire qualcosa su questo tipo di pietra era un’impresa e hanno dovuto utilizzare uno strumento più duro del granito. Quindi la domanda logica è: Che cosa potrebbe avere utilizzato quell’antica umanità di 10.000 anni fa per scolpire qualcosa su una roccia di granito?

I ricercatori sottolineano che i segni e le linee che compongono la figura del mastodonte sono stati proprio scolpiti, le linee non erano solo semplici “graffiati” sulla roccia.

traverse-bay-759x500.jpg

La formazione rocciosa incredibile e le pietre circolari correttamente allineate indicano chiaramente una struttura artificiale. Le zone intorno al lago Michigan sono una testimonianza della prima presenza umana sul continente americano che si ritiene risalga oltre 25.000 anni. Nel lontano passato, il lago stesso non esisteva in quanto una glaciazione governava le terre in quel che ora si trova in fondo a uno dei cinque Grandi Laghi del Nord America.

Nella regione nei pressi del lago Michigan, i ricercatori hanno già scoperto menhir e petroglifi. Quando i primi europei arrivarono nel XVII secolo, hanno trovato nei pressi del Michigan migliaia di tumuli preistorici. Gli studiosi hanno trovato anche “pietre sacre” in tutta l’area dei Grandi Laghi, pietre che secondo i nativi sono stati collocate da un’altra razza che ha vissuto lì prima.  Nei diversi luoghi archeologici sono state scoperte varie statue e idoli di pietra del peso di oltre 100 kg.

La Stonehenge subacquea del lago Michigan deve essere stata costruita comunque prima dell’ultima era glaciale, quando il letto del lago era asciutto, e questo, secondo i ricercatori è da collocarsi oltre 12.000 anni fa, in un periodo che, secondo la storia, l’umanità non poteva erigere tali costruzioni elaborate .

Fonte

Annunci