Uno studio suggerisce tre periodi di rallentamento del riscaldamento globale a partire dal 1891 a causa di cause naturali temporanee


volcano.png

Un team di ricercatori provenienti da Regno Unito, Svezia e Australia ha scoperto che tre periodi di rallentamento del riscaldamento globale dal 1891 furono probabilmente dovuti a cause naturali, piuttosto che interruzioni dei fattori che causano il riscaldamento globale. Nel loro documento pubblicato sul sito ad accesso aperto Science Advances, il gruppo descrive il loro studio delle temperature superficiali medie globali (GST) a partire dalla fine del XIX secolo e ciò che hanno trovato.


In questo nuovo lavoro, i ricercatori hanno esaminato la GST come registrata da diverse fonti in tutto il mondo negli ultimi 127 anni, notando un lento avanzamento degli aumenti di temperatura. Più specificamente, hanno rilevato i tre rallentamenti precedentemente identificati negli aumenti della GST: i periodi dal 1896 al 1910, dal 1941 al 1975 e poi dal 1998 al 2013. Hanno poi esaminato i fattori che avrebbero potuto contribuire a questi rallentamenti e trovato cause naturali per ciascuno di essi.

Il primo rapporto del team è che il loro studio ha mostrato risultati simili ad altri per quanto riguarda gli aumenti della GST, c’è stato un lento aumento nel complesso per più di un secolo. Essi offrono quindi possibili spiegazioni per i tre principali rallentamenti osservati nell’aumento della GST. Per il primo rallentamento, hanno trovato prove delle condizioni climatiche di El Niño e La Niña che probabilmente hanno ridotto il riscaldamento producendo una maggiore copertura nuvolosa. Per il secondo rallentamento, hanno trovato la prova di un aumento del vulcanismo, il fumo e le ceneri dei vulcani possono bloccare la luce del sole. Il team afferma che il terzo rallentamento, che è anche quello su cui si basano molti scettici del riscaldamento globale, è stato probabilmente causato da una combinazione di eventi: La Niña e vulcanismo. Essi osservano inoltre che il terzo rallentamento non è stato un punto di arresto: le temperature hanno continuato ad aumentare, ma lo hanno fatto ad un ritmo più lento.

F1.large.jpg

I ricercatori hanno anche esaminato i dati provenienti da studi sul sole e hanno scoperto che c’è stato un rallentamento nella produzione di energia dal 2001 al 2010, che è stato anche un probabile contributo al terzo rallentamento.


Leggi: Chris K. Folland et al. Causes of irregularities in trends of global mean surface temperature since the late 19th century, Science Advances (2018).

Fonte