Il resto di una Supernova: Puppis A


puppis a.jpg

Spinto dall’esplosione di una stella massiccia, Puppis A è ciò che rimane dell’esplosione di una supernova che esplose nel mezzo interstellare circostante a circa 7.000 anni luce da noi. A quella distanza, questo colorato campo telescopico basato su dati di immagine ottici a banda larga e stretta è di circa 60 anni luce di diametro. Mentre il resto della supernova (in alto a destra) si espande nel complesso ambiente composto da grumi e filamenti; dagli atomi di ossigeno che brillano nei toni del verde-blu mentre l’idrogeno e l’azoto emettono invece in rosso. La luce proveniente dalla stessa supernova iniziale, innescata dal collasso del nucleo della stella massiccia, sarebbe arrivata sulla Terra circa 3.700 anni fa.  Puppis A è in realtà vista attraverso l’emissione fuori dei bordi dell’immagine del più vicino ma più antico resto di supernova della Vela, vicino al piano affollato della Via Lattea. Ancora incandescente attraverso lo spettro elettromagnetico, Puppis A rimane una delle sorgenti più luminose nel cielo dei raggi X.

Fonte