Stelle e polvere nella Corona Australis


NGC6727-drudis1024.jpg

Nuvole di polvere cosmica e giovani stelle energetiche abitano questa vista telescopica, a meno di 500 anni luce dal nostro Sole verso il confine settentrionale della Corona Australis, la Corona Australis meridionale. Le nubi di polvere bloccano efficacemente la luce dalle stelle di fondo più lontane della Via Lattea. Ma l’impressionante complesso di nebulose a riflessione catalogate come NGC 6726, 6727 e IC 4812 producono un colore caratteristico, poiché la polvere cosmica riflette la luce blu delle giovani e calde stelle della regione. La polvere oscura anche le stelle in fase di formazione. In alto a destra, la nebulosa giallastra più piccola NGC 6729 si piega intorno alla giovane stella variabile R Coronae Australis. Vicino ad essa, archi luminosi e anelli sconvolti dai flussi in uscita dalle stelle neonate al loro interno sono identificati come oggetti Herbig-Haro. In cielo questo campo visivo si estende per circa 1 grado. Ciò corrisponde a quasi 9 anni luce alla distanza stimata della vicina regione di formazione stellare.

Fonte

Annunci