Un gigante nel cielo


potw1911a.jpg

Questa sfera di luce sfocata è una gigantesca galassia ellittica di 200 miliardi di stelle. A differenza delle galassie a spirale, che hanno una struttura ben definita e vantano pittoreschi braccia a spirale, le galassie ellittiche appaiono abbastanza lisce e senza caratteristiche apparenti. Questa galassia, chiamata Messier 49, fu scoperta dall’astronomo francese Charles Messier nel 1771. Posta una distanza di 56 milioni di anni luce, e misurando 157 000 anni luce, M49 è stato il primo membro dell’ammasso di galassie della vergine ad essere scoperto, ed è più luminosa di qualsiasi altra galassia posta alla sua distanza o più vicina.

Le galassie ellittiche tendono a contenere una porzione maggiore di stelle più vecchie delle galassie a spirale e mancano anche delle giovani stelle blu. La stessa Messier 49 è molto gialla, il che indica che le stelle al suo interno sono per lo più vecchie e più rosse del Sole. A dirla tutta, l’ultimo episodio importante di formazione stellare in questa galassia è stato circa sei miliardi di anni fa – prima ancora che il Sole nascesse!

Messier 49 è anche ricco di ammassi globulari; ne ospita circa 6000, un numero che mette in ridicolo i 150 che si trovano nella Via Lattea e nei suoi dintorni. In media, questi ammassi hanno 10 miliardi di anni. Messier 49 è anche nota per ospitare al suo centro un buco nero supermassiccio con la massa di oltre 500 milioni di soli, identificabili dai raggi X che fuoriescono dal cuore della galassia (poiché questa immagine di Hubble comprende osservazioni a raggi infrarossi, questi raggi X non sono visibili qui).

Fonte