Scoperto l’”animale” più lungo del mondo: misura 47 metri e vive in Australia


La spedizione scientifica dello Schmidt Ocean Institute sulla nave da ricerca Falkor ha raggiunto il largo oltre la costa di Nigaloo e lì dopo una ventina di immersione che hanno raggiunto la profondità di 4500 metri.


Probabile sia necessario qualche giudice del fu Guinness dei Primati. Ma per gli esploratori subacquei dello Schmidt Ocean Institute australiano è l’animale più lungo del mondo mai osservato. Il video è online da diverso tempo ed è stato girato da loro nelle acqua profonde dell’oceano al largo dell’Australia. In primo piano una lunga striscia bianca, che forma diversi cerchi a spirale, lunga sui 47 metri e con un diametro di 15. Si tratta di un sifonoforo, un ordine di idrozoi, invertebrati marini appartenenti al phylum degli Cnidaria, ma qui davvero in forma rara.

La spedizione scientifica dello Schmidt Ocean Institute sulla nave da ricerca Falkor ha raggiunto il largo oltre la costa di Nigaloo e lì dopo una ventina di immersione che hanno raggiunto la profondità di 4500 metri, utilizzando il robot subacqueo Rov SuBastian, ecco la clamorosa scoperta. Come specificano diverse fonti specializzate si tratta di un genere di sifonoforo chiamato Apolemia. Ogni singolo sifonoforo è formato da piccoli “zooidi”, ognuno dei quali vive una vita simile a quella degli animali ma pur sempre collegato alla colonia più grande. Il sifonoforo di fatto svolge una funzione per il corpo più grande, legandosi in lunghe catene. “Ci sono così tante creature che non conosciamo sul mare profondo e ci sono innumerevoli specie mai viste prima”, ha dichiarato il co-fondatore della SOI Wendy Schmidt su Twitter. “Il nostro pianeta è profondamente interconnesso. Ciò che accade nel mare profondo ha un impatto sulla vita terrestre e viceversa. Questa ricerca è vitale per far progredire la nostra comprensione di tale connessione e proteggere questi fragili ecosistemi”.

Fonte