Il deserto di Nanibia


La missione Copernicus Sentinel-2 ci porta in una parte del deserto del Namibia occidentale della Namibia. Con un’età di 55 milioni di anni, il Namib è considerato il più antico deserto della Terra.


In questa immagine, scattata il 27 ottobre 2019, è visibile un’ampia porzione del Namib-Naukluft National Park. Il parco si estende su una superficie di quasi 50.000 kmq e comprende parte del deserto del Namib e delle montagne del Naukluft a est. Le linee dritte e bianche visibili nella parte destra dell’immagine sono strade che collegano il Namib-Naukluft National Park con altre parti della Namibia.

L’attrazione principale del parco è Sossusvlei – una grande pentola di sale e argilla visibile al centro dell’immagine. I pavimenti bianchi e luminosi della padella contrastano con le dune rosso ruggine che la circondano.

Sossusvlei funge da bacino endorale per il fiume Tsauchab – un fiume effimero che scorre da est. A causa delle condizioni di siccità del deserto del Namib, il fiume raramente scorre così lontano e la pentola di solito rimane asciutta per la maggior parte degli anni. In passato, l’acqua dello Tsauchab ha raggiunto la costa atlantica a 60 km di distanza.

Le dune di questa zona sono tra le più alte del mondo. La più alta, soprannominata ‘big daddy’, ha un’altezza di circa 325 m. Le dune che si affacciano sulla valle del fiume sono chiamate dune stellari e sono formate da venti che soffiano in più direzioni, creando lunghe ‘braccia’ che puntano nella valle da entrambi i lati.

Queste dune contrastano con le dune color zafferano visibili nel Mare di sabbia del Namib, appena a sud di Soussusvlei. Il mare di sabbia è costituito da due mari dunali, uno sopra l’altro. Le fondamenta dell’antico mare di sabbia esistono da almeno 21 milioni di anni, mentre la sabbia più giovane sulla cima esiste da circa 5 milioni di anni. Le dune qui sono formate dal trasporto di materiali da migliaia di chilometri di distanza, trasportati dal fiume, dalla corrente oceanica e dal vento.

Il Mare di sabbia del Namib è l’unico deserto costiero al mondo a contenere grandi campi dunali influenzati dalla nebbia – la fonte primaria di acqua per il Mare di sabbia del Namib. La foschia è visibile in basso a sinistra dell’immagine, gli ultimi residui di nebbia provenienti dall’Oceano Atlantico.

Fonte