Un mese di fuoco a Zulia


27 marzo 2020.

Per gran parte del mese di marzo e aprile 2020, i satelliti hanno rilevato tracce di calore e fumo provenienti dagli incendi che si sono verificati nel nord-ovest del Venezuela. Alcuni di essi sono bruciati nel Parco Nazionale Ciénagas del Catatumbo, un’area paludosa pianeggiante ad ovest del lago Maracaibo, nota per le sue foreste pluviali ricche di flora e fauna insolite.

Per tutto il mese di marzo, i satelliti hanno rilevato incendi di breve durata nello stato nord-occidentale di Zulia-likely crop o altri incendi su piccola scala. Ma a metà marzo un grappolo di fuoco più grande, più fumoso e più sostenuto è emerso nel parco in un’area boschiva a ovest del lago. Il 27 marzo 2020, lo spettroradiometro a risoluzione moderata (MODIS) del satellite Aqua della NASA ha acquisito un’immagine (in alto) di un pennacchio di fumo considerevole sul parco. I luoghi in cui il sensore ha rilevato temperature insolitamente calde – segnali di incendi – sono mostrati in rosso. Come si vede nell’immagine qui sotto, l’incendio era ancora attivo alla fine di aprile.

26 aprile 2020.

Non è chiaro cosa abbia innescato l’incendio, ma il Venezuela è in piena siccità. Le recenti osservazioni dei satelliti del Gravity Recovery and Climate Experiment Follow On (GRACE-FO) mostrano un netto deficit di umidità del suolo e di acque sotterranee poco profonde a Zulia. Il tempo secco può esacerbare la normale stagione degli incendi di Zulia, che di solito va da gennaio ad aprile nei record MODIS dei dati degli incendi attivi.

La stagione degli incendi del 2020 si sta registrando come una delle più attive nelle registrazioni di MODIS dal 2003, secondo i dati analizzati da Robert Field, uno scienziato della Columbia University e del Goddard Institute for Space Studies della NASA. Le osservazioni dei satelliti mostrano anche che le vicine catene montuose hanno incanalato il fumo a sud-ovest verso la città di Cucuta, ha osservato Jean-Paul Vernier del programma del NASA’s Earth applied sciences disasters program.

Fonte