Gli asteroidi Ryugu e Bennu si sono formati dalla distruzione di un grande asteroide


Sequenza di immagini che mostrano la formazione di un aggregato per il riaccumulo di frammenti prodotti durante la perturbazione di un asteroide. La sua forma finale, cinque ore dopo l’inizio del processo, è simile a quella di Bennu e Ryugu.

Qual è l’origine degli asteroidi Bennu e Ryugu e della loro forma a trottola?

Un gruppo di ricerca internazionale guidato da Patrick Michel, ricercatore del CNRS presso il Laboratoire Lagrange (CNRS/Observatoire de la Côte d’Azur/Université Côte d’Azur) e Ronald-Louis Ballouz dell’Università dell’Arizona, propone una risposta a questa domanda in un articolo pubblicato su Nature Communications il 27 maggio 2020 e lo trovate qui in PDF.

Simulazioni numeriche di disgregazioni di grandi asteroidi, come quelle che avvengono nella fascia di asteroidi tra Marte e Giove, mostrano che durante tali eventi vengono espulsi frammenti che si riaccumulano, formando aggregati, alcuni dei quali hanno una forma a punta rotante.

Le simulazioni mostrano anche che Bennu e Ryugu potrebbero essersi formati dalla rottura dello stesso asteroide genitore, anche se i loro livelli di idratazione sono diversi. Gli scienziati concludono che le proprietà generali di questi asteroidi potrebbero derivare direttamente dalla disgregazione del loro corpo parentale.

L’analisi dei campioni di ritorno di Ryugu e Bennu da parte delle navicelle spaziali Hayabusa2 (JAXA) e OSIRIS-REx (NASA) permetterà agli scienziati di verificare ciò misurando con precisione la loro composizione e determinando la loro età di formazione.

Fonte