Strani, piccoli sassi marziani


Sembra una piccola sferula bucata, per metà seppellita nella sabbia. E’ un nuovo intrigante dettaglio che emerge dalle immagini di Curiosity.


Nella parte superiore della composizione due immagini, con un diverso bilanciamento dei colori, sono stati ottenuti da delle immagini originali, in basso due anaglifi (da vedere preferibilmente con occhialini 3D!).

La piccola sferula sembra composta di un materiale leggermente riflettente nonostante sia ricoperta di polvere. Le cosiddette “berries”, le sferette marziane ricche di ematite, non sono una caratteristica diffusa nella zona per cui questo dettaglio salta particolarmente all’occhio.

E’ stata fotografata vicino al target Glasgow, dove il rover ha prelevato un campione di suolo marziano.

Durante la ripresa, Curiosity stava conducendo delle attività di “change detection”, monitorando con la Mastcam e la Navcam i movimenti della sabbia e della polvere nel cratere Gale.

Fonte