Gli incendi agricoli in Africa centrale si rivelano drammaticamente nell’immagine satellitare del Suomi NPP


Gli incendi si sono diffusi nella maggior parte del paesaggio in Angola e nella Repubblica Democratica del Congo in questa immagine satellitare NOAAA/NASA Suomi NPP utilizzando lo strumento VIIRS (Visible Infrared Imaging Radiometer Suite) del 25 giugno 2020.

Gli incendi si sono diffusi nella maggior parte del paesaggio in Angola e nella Repubblica Democratica del Congo in questa immagine satellitare NOAAA/NASA Suomi NPP utilizzando lo strumento VIIRS (Visible Infrared Imaging Radiometer Suite) del 25 giugno 2020. Incendi di questo numero non sono rari in questo periodo dell’anno in Africa. Durante la stagione agricola di pulizia dei campi e di piantumazione di nuovi campi, gli agricoltori danno fuoco ai resti dei vecchi campi coltivati per liberarli dagli avanzi d’erba e dalla boscaglia. Questa azione aiuta anche a restituire le sostanze nutritive al terreno per garantire un buon raccolto durante la prossima stagione di semina.

Questo rituale agricolo è un rituale che risale ad almeno 12.000 anni fa. È economico per l’agricoltore, poiché non sono necessarie grandi attrezzature per sgombrare i campi.

In Angola, il sito web del Global Forest Watch (utilizzando i dati dello strumento VIIRS sul satellite Suomi NPP) ha avuto 61.661 allarmi per gli incendi della scorsa settimana (18 giugno-25 giugno). Nella Repubblica Democratica del Congo ci sono 102.738 allarmi VIIRS per incendi nello stesso periodo.

L’agricoltura “taglia e brucia” è praticata più spesso in regioni che comprendono parti dell’Africa, del Nord America del Sud America e del Sudest asiatico, dove si trova un’abbondanza di praterie e foreste pluviali. Mentre il fuoco aiuta a migliorare le colture e le erbe per il pascolo, gli incendi producono anche molto fumo che purtroppo degrada la qualità dell’aria. Il fumo rilasciato da qualsiasi tipo di incendio (foresta, cespuglio, raccolto, struttura, pneumatici, rifiuti o combustione di legna) è una miscela di particelle e sostanze chimiche prodotte dalla combustione incompleta di materiali contenenti carbonio. Tutto il fumo contiene monossido di carbonio, anidride carbonica e particolato o fuliggine ed è pericoloso da respirare.

Fonte