Le pulsazioni stellari distribuiscono l’ingrediente chiave per la vita


Immagine di una stella di carbonio nota come CW Leonis o IRC+10216 dell’Osservatorio Spaziale Herschel. SOFIA ha scoperto che alcune stelle di carbonio con pulsazioni particolarmente forti, chiamate variabili Mira, distribuiscono grandi quantità di carbonio nello spazio interstellare dove può essere utilizzato come elemento di costruzione per la vita e altre strutture complesse.

Come disse Carl Sagan: “Siamo fatti di roba stellare”, ma come distribuiscono nello spazio le stelle la loro “roba” essenziale per la vita?

Il telescopio della NASA posto su un aereo, il SOFIA, sta trovando alcune risposte guardando le stelle pulsanti mentre si espandono e si contraggono, quasi come cuori che battono.

L’Osservatorio Stratosferico per l’Astronomia Infrarossa, SOFIA, ha esaminato diversi tipi di stelle pulsanti nella nostra galassia, osservando come alcune di esse hanno sparso carbonio nello spazio interstellare. Il carbonio si crea nelle profondità delle stelle attraverso il processo di fusione dell’elio. Man mano che le stelle si evolvono, questo carbonio può essere dragato fino alla superficie.

Ma deve essere espulso nello spazio perché sia disponibile come elemento costitutivo della vita.

SOFIA ha scoperto che alcune stelle Mira, giganti rosse di ultima generazione con pulsazioni particolarmente potenti, possono spingere forti venti stellari che espellono gas e polvere ricchi di carbonio nello spazio interstellare. D’altra parte, le stelle con pulsazioni molto più deboli, chiamate stelle semiregolari, non possono spingere il vento fuori in modo altrettanto efficace. Le stelle Mira sono quindi responsabili della distribuzione di grandi quantità di carbonio nell’universo.

La ricerca è stata pubblicata su Astrophysical Journal.

“Sappiamo che le sostanze chimiche essenziali come il carbonio provengono dalle stelle”, ha detto Kathleen Kraemer, scienziata del Boston College e autrice principale dello studio. “Ma queste forti pulsazioni aiutano a spiegare come il carbonio si allontani dalle stelle per evolvere in strutture più complesse, che nel caso della Terra, alla fine si trasformano in DNA, proteine e grasso-vita”.

Ricerche precedenti hanno osservato stelle pulsanti in altre galassie, come la Grande Nube di Magellano, ma questa ricerca con SOFIA fornisce nuove intuizioni su come il carbonio si distribuisce nella nostra galassia della Via Lattea.


Per approfondire leggi “Stellar Pulsation and the Production of Dust and Molecules in Galactic Carbon Stars”.

Fonte