Calore estremo nella Valle della Morte


16 agosto 2020

Il 16 agosto 2020 le temperature nel sud della California si sono avvicinate ai livelli più alti mai registrati sulla Terra. Quel giorno, l’ECOsystem Spaceborne Thermal Radiometer Experiment della NASA sulla Stazione Spaziale, o ECOSTRESS, ha raccolto un’ampia visione dell’ondata di calore in tutta la regione.

La mappa qui sopra mostra le temperature della superficie terrestre (LST) alle 8:50 del mattino, ora del Pacifico, il 16 agosto, intorno al Parco Nazionale della Valle della Morte. Si noti che le LST non sono uguali alle temperature dell’aria: Riflettono quanto calda sarebbe la superficie della Terra al tatto e a volte possono essere significativamente più calde o più fredde delle temperature dell’aria. (Per saperne di più sulle temperature della superficie terrestre e sulle temperature dell’aria, leggete: Dov’è il posto più caldo della Terra?)

Due giorni prima, ECOSTRESS ha anche raccolto dati sulle ondate di caldo nel tardo pomeriggio da Los Angeles e dalla San Fernando Valley.

Montato all’esterno della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), ECOSTRESS utilizza un radiometro per misurare l’energia termica a infrarossi emessa dalla superficie terrestre. È stato progettato specificamente per raccogliere informazioni sulla salute della vegetazione, ma può anche misurare la “temperatura della pelle” delle superfici terrestri della Terra. L’orbita unica della ISS consente ad ECOSTRESS di acquisire dati in diverse ore del giorno, a differenza delle osservazioni regolari (di solito a mezzogiorno) effettuate da molti satelliti che osservano la Terra. Il sensore ha una risoluzione di circa 70 per 70 metri per pixel, circa le dimensioni di un campo da calcio.

Fonte