L’Iceberg A-68A è molto vicino alla Georgia del Sud


5 novembre 2020.

L’Iceberg A-68A fece notizia nel luglio 2017 quando il blocco di ghiaccio delle dimensioni del Delaware si è rotto dalla piattaforma di ghiaccio Larsen C nella penisola antartica. L ’Iceberg ha riacquistato i riflettori nella primavera australe del 2020, mentre ora sta andando alla deriva verso la Georgia del Sud, un’isola sperduta nell’Oceano Atlantico meridionale.

L’iceberg e l’isola sono entrambi visibili in questa immagine, acquisita il 5 novembre 2020 con lo spettroradiometro a risoluzione moderata (MODIS) del satellite Terra della NASA. L’iceberg misura adesso 151 chilometri di lunghezza e 48 chilometri di larghezza rispetto alla lunghezza e alla larghezza dell’isola di 167 e 37 chilometri, rispettivamente. Dista meno di 500 chilometri dalla costa sudoccidentale dell’isola.

In poco più di tre anni in mare, l’Iceberg A-68A si è spostato generalmente verso nord, passando la punta della Penisola Antartica e galleggiando in “Iceberg Alley”. Secondo David Long, uno scienziato dei ghiacci polari e del telerilevamento della Brigham Young University, oltre il 90% di tutti gli iceberg antartici viene “pilotato” lungo questo percorso dal Mare di Weddell verso l’Oceano Atlantico meridionale.

“La maggior parte non sopravvive al viaggio dal Weddell alla Georgia del Sud”, ha detto Long. Finora, le enormi dimensioni dell’A-68A hanno aiutato l’A-68A a sopravvivere alle acque relativamente calde e ammazza-ghiaccioli dell’Atlantico meridionale, che possono tagliare come coltelli gli ormeggi minori.

La mappa qui sotto mostra il percorso dell’A-68A, basato sui dati del Antarctic Iceberg Tracking Database. Long e colleghi hanno creato il database nel 1999 dopo aver tracciato un iceberg di dimensioni simili (B-10A).

7 settembre 2017 – 13 novembre 2020.

Mentre l’A-68A sta seguendo un percorso simile di molti iceberg che lo hanno preceduto, i dettagli del suo viaggio sono unici. Nell’aprile 2020, l’A-68A era già alla deriva in acque relativamente calde vicino alle Isole Orcadi del Sud, a circa 800 chilometri da dove si è rotto dalla piattaforma di ghiaccio antartica nel 2017. Nel corso dell’inverno australe, secondo Christopher Readinger dell’U.S, il ghiaccio marino è cresciuto fino a circondare prevalentemente l’A-68A. National Ice Center (USNIC). Poi, le correnti e il vento hanno portato l’iceberg fuori dal ghiaccio marino. Per diversi mesi l’iceberg ha serpeggiato verso nord, girando e ruotando intorno ai vortici oceanici, fino a quando è stato recentemente spinto a nord-est verso la Georgia del Sud.

I notiziari hanno segnalato una possibile collisione con l’isola, o che l’iceberg potrebbe rimanere incastrato, o “incagliato”, nelle acque poco profonde che la circondano. Entrambi i risultati potrebbero significare problemi per l’abbondante fauna selvatica dell’isola se l’iceberg blocca le rotte di approvigionamento di pinguini e foche.

“Le correnti e i vortici sono probabilmente troppo caotici per avere una vera e propria previsione su dove andrà e a che velocità ci arriverà, oltre a qualche componente media del nord-est nei prossimi mesi”, ha detto Readinger. “Le recenti notizie al riguardo sembrano indicare che si prevede che si scontrerà con la Georgia del Sud. Non ne sono così sicuro”.

Long è d’accordo, osservando che i precedenti storici suggeriscono che l’iceberg probabilmente passerà poco a sud della Georgia del Sud.

“Se si troverà abbastanza vicino all’isola, potrebbe rimanere intrappolato nel vortice delle correnti oceaniche a est dell’isola ed essere trascinato indietro verso l’isola dalle controcorrenti, proprio come fece l’A-22A più di dieci anni fa”, ha detto Long. “Se, tuttavia, le passerà abbastanza lontano a sud, mancherà la controcorrente il vortice e probabilmente continuerà a dirigersi verso est-nordest”.

Sia che si blocchi o che navighi in modo fluido, l’Iceberg A-68A alla fine supererà la Georgia del Sud. A quel punto Readinger pensa che l’iceberg si dividerà probabilmente in piccoli bastioni, alcuni dei quali dovrebbero essere abbastanza grandi da poter essere nominati dall’USNIC. Ad esempio, l’A-68C si trova a circa 420 chilometri a nord-est di South Georgia nell’immagine in cima a questa pagina. Quel nuovo iceberg, identificato nell’aprile 2020, si sta già frantumando in pezzi più piccoli e presto sarà troppo piccolo per essere rintracciato dagli scienziati dell’USNIC.

Fonte