Il misterioso uovo di pietra del lago Winnipesaukee


Nel 1872, gli operai edili che scavarono una buca per un palo di recinzione vicino alle rive del lago Winnipesaukee nel New England trovarono un pezzo di argilla con un manufatto a forma di uovo al suo interno, a sei metri sotto terra. Chiamata la “Pietra del mistero”, è una delle reliquie più curiose e meno conosciute del New Hampshire. Archeologi dilettanti e professionisti hanno speculato sull’origine di questo strano artefatto per oltre cento anni senza che emergessero risposte chiare.

Il tipo di roccia non è familiare al New Hampshire e non ci sono altri oggetti conosciuti con segni o disegni simili negli Stati Uniti. Potrebbe benissimo essere stato il lavoro di qualcuno che vive in un luogo e in un tempo lontani, dato che niente come la sua raffinata lavorazione è stato prodotto dalle tribù di nativi americani che vivono localmente nella zona.

L’uovo di pietra misterioso è lungo circa 10,2 cm, spesso 6,4 cm, pesa circa 510,3 grammi e ha un colore scuro. Duro come il granito, ha le dimensioni e la forma di un uovo d’oca. La pietra è un tipo di quarzite, derivata dall’arenaria, o mylonite, una roccia a grana fine formata dal trasferimento di strati di roccia lungo le faglie. La pietra è stata perforata da un’estremità all’altra con utensili di diverse dimensioni e levigata lungo la sua superficie.

Al di là della sua strana costruzione e del suo design, la pietra è segnata da bizzarre incisioni che vanno da simboli astronomici a un volto umano lungo i suoi lati lisci. Da un lato, ci sono quelle che sembrano frecce invertite, una luna con alcuni punti e una spirale. Un altro lato ha una spiga di grano con 17 chicchi di grano in fila.

Sotto, c’è un cerchio con tre figure, una delle quali sembra la zampa di un cervo, insieme a una specie di animale con grandi spighe. Il “terzo” lato mostra un tepee con quattro pali, un ovale e un volto umano. Il volto è affondato con un naso che non si solleva sopra la superficie dell’uovo e labbra che sembrano dare all’immagine una sorta di espressione voluta.

Dettagli delle incisioni su due dei lati della Pietra del Mistero.

Storia dell’uovo di pietra del lago Winnipesaukee.

È stato Seneca A. Ladd, un uomo d’affari locale, ad assumere gli operai per scavare il posto di recinzione a cui si attribuisce il merito della scoperta di questo intrigante manufatto. Quando fu presentato per la prima volta al mondo, la rivista naturalista americana lo descrisse come “una notevole reliquia indiana”.

Seneca A. Ladd.

Documenti e articoli di giornale dimostrano che nel 1872 Seneca Ladd era in possesso dell'”uovo” e nel 1885 era abbastanza notevole da essere riportato nel libro di storia della contea. Ladd morì nel 1892 e nel 1927 una delle sue figlie, Frances Ladd Coe di Center Harbor, donò la pietra alla New Hampshire Historical Society nella capitale dello stato di Concord.

Lì fu separata dai manufatti culturali dell’epoca dei nativi americani del 1800 e dagli oggetti di interesse moderno.

Teorie controverse sull’origine dello strano uovo di pietra.

Per quanto riguarda il suo scopo, nel corso degli anni ci sono stati tentativi da parte degli storici di trovare una spiegazione per la pietra senza una risposta chiara fino ad oggi. Le prime interpretazioni sono iniziate con la risposta più semplice.

Nel novembre del 1872 il naturalista americano suggerì che la pietra “commemora un trattato tra due tribù”. Questa idea però non resse a lungo e si ipotizzò in seguito che la pietra fosse una specie di strumento antico.

Ci sono stati anche suggerimenti che l’uovo potesse essere di origine celtica o inuit e nel 1931 fu scritta una lettera alla New Hampshire Historical Society suggerendo che si trattasse di una “pietra del tuono”. Conosciuta anche come “fulmine” o “ascia del tuono”, una pietra del tuono è un oggetto di pietra lavorata, spesso a forma di cuneo, come la lama di un’ascia, che si presume sia caduta dal cielo.

Storie di tuoni si trovano nelle culture di tutto il mondo e sono spesso associate a un dio del tuono. Lo scrittore ha continuato dicendo che tali oggetti “presentano sempre l’apparenza di essere stati lavorati a macchina o a mano: spesso provengono dal profondo della terra, incastonati in grumi di argilla, o addirittura circondati da roccia solida o corallo”.

La Pietra del Mistero è una “Pietra della nascita” dei nativi americani?

Lo storico indigeno Joe Graveline ha suggerito uno scopo interessante per la Pietra del Mistero – nel 2018 ha detto a Greenfield Recorder di credere che si trattasse di una pietra della nascita dei nativi americani. Secondo il Greenfield Recorder, una pietra della nascita è “una pietra che è stata riscaldata e posizionata internamente all’interno della donna incinta dalle ostetriche per rilassare i muscoli durante i parti difficili”.

Graveline dice che questa pietra particolare sarebbe stata molto speciale e che sarebbe stata usata da un’ostetrica nativa americana per aiutare una madre “a partorire una persona che è diventata una venerata leader spirituale o governativa di entrambi i sessi”. Crede anche che si trattasse di un’offerta per la tomba e che se gli operai edili avessero scavato un po’ più a fondo avrebbero incontrato delle ossa.

Un dettaglio particolarmente interessante della costruzione della Pietra Misteriosa, degno di nota, sono i due fori praticati su entrambe le estremità della pietra con punte di dimensioni diverse. Ogni foro è diritto, non rastremato. I graffi nel foro inferiore suggeriscono che sia stata posizionata su un albero di metallo e rimossa più volte, secondo un’analisi fatta da funzionari dello stato del New Hampshire nel 1994. Richard Boisvert, un archeologo dello stato, ritiene che questi fori siano molto regolari:

“Ho visto un certo numero di fori scavati nella pietra con la tecnologia che si associa alla preistoria del Nord America. C’è una certa quantità di dislivelli e questo foro era estremamente regolare. Quello che non abbiamo visto erano variazioni che fossero coerenti con qualcosa che aveva diverse centinaia di anni”.

Boisvert, che lamenta profondamente la mancanza di dettagli sul contesto in cui la pietra è stata trovata, ha continuato a suggerire che i fori sono stati praticati con utensili elettrici piuttosto che con le tecniche tradizionali usate dai nativi americani. Ha aggiunto che c’erano tutte le possibilità che i fori fossero stati fatti durante il XIX secolo, il che significherebbe una manomissione dell’oggetto. Questo ha portato alcuni a credere che il mistero della pietra di Winnipesaukee sia semplicemente una sorta di elaborata bufala.

Il volto sulla Winnipesaukee Mystery Stone, New Hampshire, USA.

L’unica cosa che sembra certa, o di cui c’è consenso, è che è stata creata utilizzando un qualche tipo di macchina . Resta il fatto però che nessuno sa chi ha fatto l’oggetto, quando o perché.

Oggi la Mystery Stone del Lago Winnipesaukee è esposta in una teca al Museum of New Hampshire History, circondata da specchi per mostrare le sue caratteristiche uniche ed enigmatiche.

Fonte