La Thailandia sommersa dalle inondazioni del monsone


19 ottobre 2019.

20 ottobre 2021.

Le piogge persistenti a metà ottobre 2021 hanno portato altre inondazioni nella Thailandia centrale e nord-orientale, dove i fiumi e i bacini idrici erano già in piena. Secondo il dipartimento tailandese per la prevenzione e la mitigazione dei disastri, 32 delle 76 province del paese sono state colpite da inondazioni durante una stagione monsonica che ha portato forti piogge per quasi un mese.

Alla fine di settembre e all’inizio di ottobre, la tempesta tropicale Dianmu ha inondato la regione, portando a inondazioni improvvise e all’attivazione della Carta internazionale dei disastri. La tempesta tropicale Kompasu è seguita poco dopo, portando altre piogge pesanti in Vietnam, Laos, Cambogia e Thailandia.

All’inizio di ottobre, i siti storici della provincia di Phra Nakhon Si Ayutthaya, che ospita molti templi e rovine, sono stati inondati dal fiume Chao Phraya. La ferrovia statale della Thailandia ha anche temporaneamente sospeso alcune linee ferroviarie del nord.

Le forti piogge monsoniche di metà ottobre hanno innescato frane e hanno fatto sì che fiumi e laghi straripassero dai loro argini. L’inondazione è stata esacerbata il 18 ottobre quando i funzionari hanno dovuto rilasciare l’acqua dal serbatoio di Krasiao, circa 150 chilometri a nord-ovest di Bangkok. Lo stesso giorno, il Buddha reclinato di 1300 anni al Wat Dhammachakra Sema Ram – la statua più antica e più lunga del paese – è stato anch’esso inondato.

In queste immagini a falsi colori della regione a nord di Bangkok, l’acqua appare blu scuro, il suolo saturo è azzurro, la vegetazione è verde brillante, il terreno nudo è color bruno e le nuvole sono bianche o turchesi. Le immagini sono state acquisite dal Moderate Resolution Imaging Spectroradiometer (MODIS) sul satellite Terra della NASA il 20 ottobre 2021 e il 19 ottobre 2019.

Tra il 27 settembre e il 19 ottobre 2021, più di 13.600 chilometri quadrati del paese sono stati inondati e si stima che 1,3 milioni di persone siano state colpite dalle inondazioni, secondo il Thailand Flood Monitoring Dashboard (dell’Agenzia per lo sviluppo della tecnologia geo-informatica e spaziale).

Fonte