Un caos galattico


Il soggetto di questa immagine è un gruppo di tre galassie, note collettivamente come NGC 7764A. Sono state riprese dal telescopio spaziale Hubble della NASA/ESA, usando sia la sua Advanced Camera for Surveys (ACS) che la Wide Field Camera 3 (WFC3).

Le due galassie in alto a destra dell’immagine sembrano interagire l’una con l’altra – in effetti, le lunghe scie di stelle e gas che si estendono da entrambe danno l’impressione che entrambe siano state appena colpite a grande velocità, gettate nel caos dalla galassia a forma di palla da bowling in basso a sinistra dell’immagine.

In realtà, però, le interazioni tra galassie avvengono in periodi di tempo molto lunghi, e raramente le galassie si scontrano frontalmente l’una con l’altra. Non è nemmeno chiaro se la galassia in basso a sinistra stia effettivamente interagendo con le altre due, anche se sono così relativamente vicine nello spazio che sembra possibile che lo siano. Per una felice coincidenza, l’interazione collettiva tra queste galassie ha fatto sì che le due in alto a destra formino una forma che, dal punto di vista del nostro sistema solare, ricorda l’astronave nota come USS Enterprise di Star Trek!

NGC 7764A, che si trova a circa 425 milioni di anni luce dalla Terra nella costellazione di Phoenix, è un esempio affascinante di quanto possa essere scomoda la nomenclatura astronomica. Le tre galassie sono indicate individualmente come NGC 7764A1, NGC 7764A2 e NGC 7764A3, e per essere davvero difficili, una galassia completamente separata, chiamata NGC 7764, si trova nel cielo a circa una distanza di una luna (vista dalla Terra).

Questa denominazione piuttosto casuale ha più senso se consideriamo che molti dei cataloghi per tenere traccia dei corpi celesti sono stati compilati ben oltre 100 anni fa, molto prima che la tecnologia moderna rendesse molto più facile la standardizzazione della terminologia scientifica. Così com’è, molti oggetti astronomici hanno diversi nomi, o potrebbero avere nomi così simili a quelli di altri oggetti da causare confusione.

Fonte