La Penisola Scandinava dallo spazio


La missione Sentinel-3 di Copernicus ha catturato questo impressionante scatto della penisola scandinava quasi priva di nuvole il 20 marzo.

La penisola scandinava, che comprende Svezia e Norvegia, è lunga circa 1850 km. Si estende verso sud dal Mare di Barents a nord, dal Mare di Norvegia a ovest e dal Golfo di Botnia e dal Mar Baltico a est. Anche Danimarca, Finlandia, Lettonia e Lituania sono visibili in questa immagine.

Lungo il lato sinistro della penisola, i fiordi frastagliati che costeggiano la costa norvegese possono essere avvistati fin dallo spazio. Molti di questi fiordi sono stati scavati dagli spessi ghiacciai che si sono formati durante l’ultima era glaciale. Il fiordo più grande e profondo della costa norvegese, chiamato Sognefjord, si trova nel sud-ovest della Norvegia ed è profondo 1308 m.

La topografia svedese consiste invece principalmente di terreno pianeggiante e ondulato punteggiato di laghi. Il lago Vanern e il lago Vattern, i laghi più grandi della Svezia, sono chiaramente visibili sul fondo della penisola. I laghi non si congelano completamente durante i mesi invernali. A nord-est della penisola si trova la Finlandia che di laghi ne ha più di 55 000, la maggior parte dei quali sono stati creati da depositi glaciali.

Nel mese di marzo, gran parte del nord Europa e della Scandinavia erano stati colpiti da un forte sistema meteorologico ad alta pressione, che ha anche permesso questa acquisizione quasi priva di nuvole. Il 19 marzo a Tirstrup, in Danimarca, la pressione atmosferica ha raggiunto 1051,6 hPa, il valore più alto mai registrato a marzo.

Portando una suite di strumenti all’avanguardia, Copernicus Sentinel-3 misura gli oceani, la terra, il ghiaccio e l’atmosfera della Terra per monitorare e comprendere le dinamiche globali su larga scala. Fornisce informazioni essenziali in tempo quasi reale per le previsioni oceaniche e meteorologiche.

Con un focus verso i nostri oceani, Sentinel-3 misura la temperatura, il colore e l’altezza della superficie del mare, nonché lo spessore del ghiaccio marino, mentre, sulla terra, la missione mappa il modo in cui viene utilizzata la terra, fornisce indici dello stato della vegetazione e misura l’altezza di fiumi e laghi.

Una nota tecnica: l’immagine è un mosaico di 2 orbite discendenti con una differenza di circa 60 minuti tra loro, da qui la striscia osservabile nella parte superiore dell’immagine.

Fonte

Un pensiero su “La Penisola Scandinava dallo spazio

I commenti sono chiusi.