Forti ondate di calore di inizio stagione colpiscono l’India


27 aprile 2022.

Un’intensa ondata di caldo a metà e fine aprile 2022 ha portato temperature da 4,5 a 8,5°C superiori al normale nell’India orientale, centrale e nord-occidentale, poche settimane dopo che il paese ha registrato la sua temperatura più calda da quando il dipartimento meteorologico del paese ha iniziato a tenere registri più di 120 anni fa.

Il 27 aprile 2022, la temperatura più alta del paese, 45,9°C, è stata registrata a Prayagraj in Uttar Pradesh. Il giorno prima, un massimo di 45,1 °C è stato segnalato a Barmer nel Rajasthan occidentale nel nord-ovest, secondo il Dipartimento meteorologico indiano. Molte altre località hanno registrato temperature di 42-44°C.

La mappa sopra mostra le temperature dell’aria modellate il 27 aprile 2022. È stato derivato dal modello GEOS (Sard Earth Observing System) e rappresenta temperature dell’aria a 2 metri (circa 6,5 piedi) dal suolo.

Gli effetti dell’ondata di calore includono malattie legate al calore, scarsa qualità dell’aria, poca pioggia e riduzione dei raccolti. Inoltre, la domanda di energia è aumentata e le scorte di carbone sono diminuite, lasciando il paese con la peggiore carenza di elettricità in più di sei anni. Nelle regioni settentrionali dell’Uttarakhand e dell’Himachal Pradesh, la neve di montagna si è rapidamente sciolta. Inoltre, più di 300 grandi incendi stavano bruciando in tutto il paese il 27 aprile, secondo il Forest Survey of India. Quasi un terzo di questi erano in Uttarakhand.

Un rigonfiamento nella corrente a getto e una cupola ad alta pressione, secondo i meteorologi, hanno mantenuto una massa di aria insolitamente calda e secca parcheggiata sul paese. Ci si aspetta che le condizioni dell’ondata di caldo si intensifichino nei prossimi giorni e persistano per almeno un’altra settimana.

Le ondate di calore sono comuni in India in primavera e all’inizio dell’estate, specialmente a maggio, che in genere è il mese più caldo. Ma sono spesso sostituite dall’inizio della stagione dei monsoni da fine maggio a settembre. Il numero di ondate di calore primaverili è comunque aumentato, secondo il Ministero delle Scienze della Terra indiano, poiché 12 dei 15 anni più caldi mai registrati del paese si sono verificati dal 2006. Un’ondata di caldo del giugno 2015 uccise più di 2.000 persone.

Fonte