Tre pianeti massicci orbitano attorno alla vicina stella gigante HD 33142


Un’immagine artistica del sistema planetario HD 33142, situato a 397 anni luce di distanza nella costellazione di Lepus.

Un team internazionale di astronomi, utilizzando il metodo della velocità radiale (RV), ha scoperto un terzo pianeta nel sistema planetario HD 33142.


Dal primo rilevamento di un esopianeta intorno a una stella di tipo solare nel 1995, il numero di esopianeti confermati è aumentato rapidamente fino a superare i 5.000“, hanno dichiarato il dottor Trifon Trifonov, astronomo del Max-Planck-Institut fur Astronomie e dell’Università di Sofia “St Kliment Ohridski”, e i suoi colleghi.

La maggior parte di questi è stata scoperta con il metodo del transito, seguito dal metodo RV“.

La tecnica RV è il modo migliore per determinare l’architettura orbitale dei sistemi multi-pianeta, importante per migliorare la nostra comprensione della formazione dei pianeti e dell’evoluzione orbitale“.

Il pianeta appena scoperto orbita attorno a HD 33142, una stella gigante K situata a 121,8 parsec (397 anni luce) di distanza nella costellazione di Lepus.

Conosciuta anche come HIP 23844 e BD-14 1051, questa stella ha almeno 2,7 miliardi di anni, è circa 4 volte più grande e 1,5 volte più massiccia del Sole.

HD 33142 è molto probabilmente una stella gigante all’inizio della fase di gigante rossa, ma potrebbe anche trovarsi alla fine del ramo delle subgiganti“, hanno dichiarato gli astronomi.

La stella era già nota per ospitare due pianeti di massa gioviana: HD 33142b con un periodo orbitale di 330 giorni e HD 33142c con un periodo orbitale di 830 giorni.

Trifonov e i suoi coautori hanno trovato una forte evidenza della presenza di un compagno di massa saturniana e di breve periodo.

Chiamato HD 33142d, il mondo alieno è cinque volte meno massiccio di Giove e orbita intorno alla stella madre una volta ogni 90 giorni.

Abbiamo scoperto che HD 33142b, c e d saranno probabilmente inghiottite vicino alla punta della fase di gigante rossa a causa della migrazione mareale“, hanno dichiarato i ricercatori.

HD 33142d è stato rilevato dai dati osservativi dello Spettrometro Echelle ad alta risoluzione (HIRES) montato sul telescopio KECK da 10 m a Mauna Kea, nelle Hawaii, dello Spettrografo ottico a gamma estesa alimentato a fibre (FEROS) sul telescopio da 2,2 m dell’Osservatorio di La Silla dell’ESO e dell’High Accuracy Radial velocity Planet Searcher (HARPS) sul telescopio da 3,6 m dello stesso osservatorio.

La nostra scoperta dimostra che vale la pena di rivisitare sistemi planetari già noti con velocità radiali scarsamente campionate, poiché dati più precisi su linee di base temporali più lunghe portano a un maggior numero di scoperte di singoli pianeti e a un quadro più completo del sistema planetario in cui si trovano“, concludono gli autori.

Il loro lavoro sarà pubblicato sull’Astronomical Journal.

Fonte